in ,

Elena Ceste news processo: Michele Buoninconti spera nell’assoluzione, ecco perché

Elena Ceste news processo d’Appello: si è tenuta ieri 8 febbraio la penultima udienza del processo di secondo grado con rito abbreviato a Michele Buoninconti, marito della donna già condannato a 30 anni di carcere.

Per i suoi difensori Giuseppe Marazzita ed Enrico Scolari, che ieri hanno chiesto per il loro assistito l’assoluzione e, in subordine, esclusione dell’aggravante della premeditazione, non vi sarebbe alcun omicidio da punire né tanto meno da imputare a Buoninconti. Elena Ceste sarebbe morta accidentalmente“Non c’è un omicidio da punire. Se si parte da premesse errate si arriva inevitabilmente a conclusioni assurde”, ha dichiarato ieri fuori dall’aula l’avvocato Marazzita, secondo cui la frattura del coccige riscontrata sul cadavere della donna sarebbe conseguenza di una caduta avvenuta quando Elena Ceste era ancora viva, in preda a stato confusionale da delirio psicotico, girovaga e senza vestiti per le campagne di Costigliole d’Asti.

Leggi anche: Elena Ceste news, Michele Buoninconti lettere ai figli: “Presto tornerò da voi”

Per la difesa di Buoninconti infatti non vi sarebbe prova della presunta morte violenta della donna: “Abbiamo chiesto l’assoluzione e siamo fiduciosi e lo è anche Buoninconti che ha seguito il processo con molta attenzione”, ha poi sottolineato Marazzita. La sentenza di secondo grado è attesa per il prossimo 15 febbraio, giorno dell’ultima udienza del processo d’Appello.

50 Sfumature di Rosso

50 Sfumature di Nero: cast, trama e trailer con Jamie Dornan e Dakota Johnson (VIDEO)

Beatles al The Ed Sullivan Show: 53 anni il debutto che stregò tutti (VIDEO)