in ,

Elena Ceste: uccisa per asfissia dal marito sul letto coniugale

Elena Ceste sarebbe stata uccisa sul letto matrimoniale della propria casa, strangolata dal marito Michele Buoninconti, che è stato arrestato questa mattina. Nell’ordinanza di custodia cautelare firmata dal Gip di Torino Giacomo Marson si legge che Elena Ceste sarebbe stata sorpresa da Michele in camera da letto, poco dopo essersi occupata “della propria igiene personale“, prima ancora di potersi rivestire.

Il corpo nudo della donna fu poi occultato nel letto del Rio Mersa dal marito Michele. Ecco perché, secondo l’accusa, nel fiume non sarebbero stati ritrovati brandelli di stoffa, vestiti, neanche un bottone. L’omicidio e l’occultamento del cadavere sarebbero stati pressoché contestuali.

Sempre secondo il gip alla base del delitto ci sarebbe l’odio per una donna che “doveva essere raddrizzata“. Secondo il marito Elena Ceste era infatti una cattiva madre ed una cattiva moglie, colpevole di intrattenersi con altri uomini in chat e di essere dedita alla costruzione di rapporti virtuali. “Diciotto anni della mia vita per recuperarla, diciotto anni per raddrizzare mamma!“: sono queste le parole che gli inquirenti avrebbero registrato il 17 agosto scorso, durante una delle tante intercettazioni, proprio mentre Michele stava parlando con i propri figli in macchina.

Veronica picchia Loris Stival

Loris Stival, Veronica picchiò suo figlio: un video esclusivo lo proverebbe

Calciomercato Roma: Destro passa al Milan, Doumbia o Luiz Adriano per sostituirlo