in ,

Elena Ceste ultime news: Michele abbandonato dal suo avvocato, ecco perché

Molteplici le voci che in queste ore si rincorrono circa le motivazioni che hanno spinto Alberto Masoero a dismettere il suo mandato e rinunciare alla difesa, fatta insieme alla collega Chiara Girola, di Michele Buoninconti. Il legale, che dichiarò a mezzo stampa le sue motivazioni, lasciò intendere che la questione fosse inerente alcune “divergenze” circa la linea difensiva da seguire. Il settimanale Giallo ha scritto al riguardo, offrendo qualche dettaglio in più sulla questione che sembrerebbe essere legata a motivazioni di carattere economico.

Nessun retroscena misterioso dietro la rinuncia di Masoero: il cambio di guida nella difesa del vigile del fuoco accusato di avere ucciso la moglie, Elena Ceste, sarebbe dipeso dalla impossibilità per l’indagato di sostenere le spese legali, troppo esose per un uomo il cui reddito sarebbe insufficiente per far fronte a siffatte spese ‘extra’. Consulenze legali di cui, tuttavia, Michele Buoninconti potrebbe avere ulteriore bisogno qualora gli si prospettasse davanti lo spettro di un processo.

Tra le indiscrezioni emerse finora, sembrerebbe essere sempre più avvalorata l’ipotesi che la difesa di Buoninconti chieda una perizia psichiatrica. Due e antitetiche, a quel punto, le strade che il legale del vigile del fuoco potrebbe seguire: smentire la consulenza tecnica fatta dal perito della Procura di Asti o, paradossalmente, avvalorarla, comprovando la parziale infermità mentale dell’indagato che – come scrive Giallo – in caso di condanna si vedrebbe ridurre la pena di un terzo.

serra galleggiante

La serra galleggiante JellyFish Barge che risparmia acqua e suolo

guendalina tavassi figlia

Guendalina Tavassi figlia: Chloe D’Aponte in ospedale per un virus