in ,

Elena Ceste ultime notizie: l’impresario savonese spiega: “Non ho inventato le chat, credetemi”

Il geometra savonese, originario di Bari, titolare di un’impresa edile, accusato di “false informazioni al pm” per avere inventato delle chat con Elena Ceste pochi mesi prima la donna scomparisse da Costigliole d’Asti, ha raccontato al quotidiano La Stampa la sua versione sui fatti che lo vedono protagonista. Ha raccontato di non essere un mitomane: “Non sono una persona che ha bisogno di notorietà, di soldi. Non ho problemi economici. Sono un geometra, ho un’impresa edile, dipendenti. Certo, la crisi c’è, si sente, Il lavoro non c’è più come una volta, quando avevo dieci operai. Ma lo ripeto non ho bisogno di visibilità”.

Il geometra ha spiegato che ha conversato su Nirvam, una comunità su internet, con una donna che gli ha detto di chiamarsi Elena e di abitare a Costigliole d’Asti. Le conversazioni sarebbero durate oltre un mese e mezzo e dopo averle dato il suo numero di telefono la donna lo avrebbe chiamato da un numero sconosciuto almeno tre volte, raccontandogli di lei e dei suoi problemi.

Dopo la scomparsa di Elena Ceste l’uomo avrebbe capito che la donna con cui chattava poteva essere la donna che tutti cercavano. Sarebbe, dunque, andato alla ricerca delle conversazioni per recuperale, ma alcune non trovandole più le ha create retrodatandole, ricostruendo dialoghi sulla scorta dei suoi ricordi. I carabinieri non gli hanno creduto e lo hanno denunciato: “Dicono che mi sono inventato tutto. E ora mi hanno scaricato anche quelli della tv. Ma come? Se non ero credibile, perché sono venuti a intervistarmi?

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Natale 2014 presepe di sabbia

Presepi di sabbia a Rimini: per un Natale 2014 spettacolare

Beatles spettacolo "Let it be" Trieste 2014

“Let it be”, spettacolo sui Beatles: a Trieste dal 10 dicembre 2014