in ,

Elena Ceste ultime notizie Quarto Grado: le bugie del marito saranno smascherate dai cellulari?

Tra Elena Ceste e Michele Buoninconti era vero amore?  Nella trasmissione di Quarto Grado  si sono analizzate le bugie del marito di Elena Ceste: avrebbe dichiarato di avere trovato il cellulare della moglie dentro casa, ma poi l’ha chiamata sul suo numero, la bugia però starebbe nell’avere affermato di essersi messo il telefono della moglie in tasca e di essere uscito a cercarla. Sembrerebbe, invece che il telefono di Elena Ceste sia rimasto sempre in casa.

Per circa due giorni gli inquirenti sono stati, ancora, dentro casa Buoninconti, per i loro rilievi. In casa e nel giardino, sul luogo del ritrovamento. I giornalisti e gli esperti di Quarto Grado si chiedono cosa cercano gli inquirenti. L’ipotesi giornalistica é che gli investigatori stanno cercando di capire i movimenti dell’unico indagato per l’omicidio di Elena Ceste. Tra gli inquirenti sui luoghi della sparizione si è recato un esperto di cellule telefoniche, queste ultime potrebbero incastrare l’assassino. Gli inquirenti si stanno chiedendo se Michele ha avuto il tempo di uccidere ed occultare il corpo di Elena?

Intanto ai microfoni di Quarto Grado ha parlato un rappresentante di un neo comitato nato su Facebook, in difesa di Michele Buoninconti.  Gran parte di queste persone ha conosciuto  Michele Buoninconti a scuola e si propone nell’immediato di stare vicino a Michele e ai suoi quattro figli durante il Natale. Anche il sacerdote della chiesa frequentata dalla famiglia di Michele parla di  un nucleo apparentemente felice con i loro quattro figli. Probabilmente in difesa di Michele arriverá anche un importante avvocato è quanto anticipato da Chiara Girola, legale di Buoninconti, raccontando che è stata contattata da un importante collega che gli ha offerto il suo aiuto.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Tentata rapina sull’A1: una lunga mattinata al volante

Dario Fo racconta la sua Callas a Milano (foto)