in ,

Elena Ceste, ultimi aggiornamenti 12 gennaio: cosa nasconde il computer di casa Ceste?

La verità sulla morte di Elena Ceste sembra ancora lontana. A quasi un anno dalla scomparsa della 37enne di Costigliole d’Asti, le indagini non hanno avuto ancora una svolta significativa, e unico sospettato di omicidio rimane il marito Michele Buoninconti. L’uomo, esausto dall’assedio di telecamere, flash, e giornalisti, parrebbe avercela col mondo e avrebbe perso fiducia nella giustizia. L’uomo sarebbe infatti convinto che gli inquirenti non arriveranno mai a risolvere il caso, ma il perché sia così sicuro di ciò è ancora sconosciuto.

Forse è a conoscenza di qualcosa riguardo alla morte della moglie? Secondo un’ipotesi recente, potrebbe essere lui il mandante dell’uccisione della donna, assassinata di fatto da un esecutore materiale. Ma Sicuramente, Michele non può averla uccisa ha un alibi di ferro perché la testimonianza dei vicini di casa lo collocherebbe già lontano dalla stessa quando Elena è stata avvistata l’ultima volta in giardino. Si batte dunque la pista di un killer sconosciuto.

Si indaga a fondo sui rapporti extra familiari della donna, che era solita trascorrere molto tempo sulle chat e sui social intrattenendo conversazioni amichevoli con altri uomini. Ed è proprio in questi dialoghi che si sospetta si nasconderebbe la chiave del mistero legata alla sua morte. Dopo Alessio G, il presunto amante, nuovi nomi inizierebbero a spuntare. Ma cosa nasconde davvero il computer di casa Ceste? Si attendono gli aggiornamenti.

Torino calciomercato

Calciomercato Torino ultimissime: il punto sulle trattative

Veronica Panarello appello per raccogliere i soldi per la sua difesa legale

Andrea Loris Stival: appello del padre di Veronica Panarello: “Aiutateci a pagare le spese legali”