in ,

Elena Ceste, ultimi aggiornamenti 2 dicembre: assassinata, tutte le probabili ipotesi

Elena Ceste sarebbe stata assassinata, strangolata precisamente, e poi avvolta nel famoso telo verde, usato per trasportarne il corpo e gettarlo in un canale. E’ questa l’ipotesi più accreditata dagli inquirenti. Le ultime notizie emerse, tuttavia, hanno riportato che su quel telo verde non ci sarebbe il dna di Michele Buoninconti, marito di Elena ed unico iscritto nel registro di indagati per omicidio volontario ed occultamento di cadavere. Il dna presente sarebbe di uno sconosciuto. Si complica, dunque, il giallo attorno alla misteriosa morte della donna.

Le ultime dichiarazioni di Michele Buoninconti, rese note dal settimanale Giallo, parrebbero shockanti: “Tanto non hanno prove con quel mucchietto di ossa”, e riaccendono i riflettori sulla figura di questo marito. Nel frattempo, gli inquirenti, stanno vagliando altre interessanti piste. Oltre al raptus di gelosia del marito, che avrebbe assassinato la moglie in non più di mezz’ora, spunta l’ipotesi di una persona ignota: un uomo, di cui Elena diceva di non fidarsi.

L’uomo potrebbe, dopo molta insistenza, aver chiesto e ottenuto un incontro con la donna, proprio quella mattina, o addirittura, essersi introdotto abusivamente in casa Ceste. Avrebbe dunque assassinato Elena, e ne avrebbe occultato il cadavere. Questa è la seconda importante ipotesi seguita dagli inquirenti. L’unico tassello che lascia a desiderare delle due ricostruzioni, quella della morte per mano del marito, e quella di morte per mano di ignoto,  è il fattore tempo. In entrambe, infatti, tutto si sarebbe dovuto compiere in una manciata di minuti. Difficile per una persona davvero estranea ad Elena, che non conoscesse le sue abitudini e la sua casa.

balotelli prandelli non è un uomo vero

Liverpool, Mario Balotelli ancora nei guai: accusato di razzismo

Re di Torte fiera Modena 2014

Re di Torte Christmas Edition 2014: a Modena lo show cooking diventa spettacolare