in ,

Elena Ceste, ultimi aggiornamenti 23 dicembre: Michele mente sulla depressione di Elena

Elena Ceste è stata uccisa, ormai è assodato. Le conferme sono arrivate anche dagli esami sul corpo della donna, l’autopsia, che non ha rilevato segni di annegamento, e gli eseami tossicologici e istologici, che hanno escluso la morte per assunzione di barbiturici o sostanze stupefacenti. Tuttavia, sembrerebbe che la donna soffrisse davvero di una brutta forma di depressione.

A rivelarlo sarebbe stato il marito stesso, che parlando, a colloquio privato, per più di un’ora, con il medico legale, avrebbe dichiarato a quest’ultimo che la donna le aveva confessato di sentire delle voci che le dicevano che era una cattiva madre e che si parlava male di lei in tv”. Ma come avrebbe potuto avere paura del tritacarne mediatico Elena, se non era ancora scomparsa? Se non vi erano ombre nella sua vita e tutto procedeva secondo la normale quotidianità? Qualcosa non torna. I familiari stessi della donna non crederebbero alle parole di Michele sulla presunta depressione della moglie, poiché lei, non avrebbe mai manifestato alcun segno di frustrazione e insofferenza quando era ancora in vita. Nessun sintomo di disagio psicologico.

L’ipotesi più plausibile è quella secondo cui Michele, unico indagato per l’omicidio della moglie, avrebbe confermato la depressione per coprire qualcosa che forse sarebbe successo la notte tra il 23 e il 24 gennaio 2014, presumibilmente un litigio, scatenato dalle confessioni della donna che potrebbero costituire il movente di un omicidio.

Samsung Galaxy S6 indiscrezioni

Samsung novità: in arrivo il Galaxy S6, ecco le ultime indiscrezioni

Massimo Bossetti si scrive con una donna

Yara Gambirasio: per Massimo Giuseppe Bossetti primo Natale in carcere senza i figli e la moglie