in ,

Elena Ceste, ultimi aggiornamenti: era davvero da sola in casa la mattina del 24 gennaio 2014?

Secondo le ultime indiscrezioni trapelate, le indagini sulla morte di Elena ceste avrebbero preso una nuova direzione. Si indagherebbe più a fondo sui rapporti extra-famigliari della donna, per scavare nel suo vissuto al fine di trovare qualche elemento che possa ricondurre a qualcuno, un personaggio estraneo al nucleo famigliare, ma, presumibilmente non ad Elena. La pista del killer sconosciuto, che per gelosia, per possesso, avrebbe sequestrato Elena, per poi ucciderla dopo una tentata aggressione sessuale, si fa sempre più forte.

Se quanto ipotizzato fosse confermato, presumibilmente, l’assassino sarebbe stato già in casa, o appostato subito li fuori, la mattina della scomparsa della donna, il 24 gennaio. Ciò vale a dire che, forse, la donna, quella mattina, alle ore 8.10, orario in cui Michele e i bambini sarebbero usciti di casa, non era sola, o meglio, da lì a pochi istanti non lo sarebbe più stata.

A incrementare i sospetti, il breve lasso di tempo intercorso tra l’uscita di casa di Michele ed il momento in cui la donna, con abiti troppo leggeri per le temperature della stagione, è stata avvistata dalla vicina  nel giardino di casa. Che stesse tentando di scappare? E’ bene precisare, tuttavia, che tali indiscrezioni non hanno ancora trovato riscontro certo, e l’unico indagato rimane, ancora, il marito di Elena, Michele Buoninconti.

Corvino Bologna calciomercato

Calciomercato Bologna ultimissime: tutte le trattative in corso

Pino Daniele è iniziata l'autopsia

Pino Daniele: in corso l’autopsia al Policlinico di Napoli