in ,

Elena Ceste, ultimi aggiornamenti: il cellulare della figlia di nuovo al vaglio degli investigatori

Sembra ormai non esserci più alcun dubbio, il corpo di Elena Ceste verrà, con ogni probabilità, restituito alla famiglia entro le prime due settimane di gennaio. Queste le ultime voci che circolano tra i media. Come confermato dal medico legale Roberto Testi, nominato dai genitori e della sorella di Elena Ceste, “il corpo non ha più nulla da dire”.

Per troppo tempo il cadavere della mamma di Costigliole d’Asti è rimasto nel canale, coperto dal fango acquitrinoso ed esposto alle intemperie. Lo scorrere dei giorni e la natura hanno cancellato i segni più importanti per sciogliere il mistero che sottende a questo enigmatico delitto, quelli sul collo, parte anatomica fondamentale per capire se la donna sia morta realmente per soffocamento, o per altre cause. La salma di Elena Ceste non ci potrà “raccontare” come la donna sia deceduta, dunque si indaga altrove.

Negli ultimi giorni, sono emerse alcune indiscrezioni importanti, che riaccenderebbero i riflettori sulla presunta doppia vita di Elena e sulla sua possibile relazione extraconiugale. Già a novembre, il cellulare della figlia maggiore, sarebbe stato analizzato perché, come confermato dagli stessi famigliari, Elena, qualche volta, aveva usato il telefono della figlia. Nel traffico sms e chiamate di quel dispositivo potrebbero nascondersi particolari importanti del giallo sulla morte della donna, ed è per questo che gli investigatori avrebbero ripreso a battere questa pista proprio in quest’ultimo periodo. Elena usava il cellulare per sentire di nascosto qualcuno? E se sì, chi? Forse proprio Alessio G.?

 

Jobs Act approvazione definitiva

Jobs Act approvazione definitiva, ecco tutte le novità

Calciomercato Napoli news: Strinic è fatta, ecco le cifre