in ,

Elena Ceste, ultimi aggiornamenti: sequestrata e uccisa, ipotesi sempre più attendibile

Le indagini sulla morte di Elena Ceste avanzano con lentezza. E’ un periodo piuttosto statico per gli investigatori e nessun indizio rilevante è emerso nell’ultimo mese, tanto che si parla di una possibile archiviazione del caso. Tutti gli enigmi ruotano intorno alla figura del marito della donna, Michele Buoninconti, alle sue presunte bugie, e ai dettagli che lo collocherebbero sulla scena del crimine. Ma tali particolari sono troppo deboli per dar forma a delle prove. Si fa sempre più corposa la pista del rapimento da parte di uno sconosciuto, un killer estraneo alla famiglia, che potrebbe aver assassinato Elena per motivi passionali. Un delitto a sfondo passionale, dunque, iniziato con un sequestro di persona e consumato come omicidio. E’ questa l’ipotesi più accreditata nelle ultime ore. Ma c’è di più.

Gli investigatori ritengono che lo sconosciuto potrebbe essere uno di quei “famosi” uomini che Elena avrebbe frequentato, almeno on-line. A rafforzare la tesi, le ultime testimonianze dei vicini di casa di Michele, che, la mattina della scomparsa,  lo vorrebbero lontano dal canale dove il corpo della Ceste è stato ritrovato.

Non sarebbero dello stesso avviso i famigliari della vittima. Secondo fonti molto vicine alla famiglia, i genitori di Elena, nutrirebbero forti sospetti su Michele. Ciò nonostante, avrebbero deciso di trascorrere Natale a Govona con lui e i bambini per non turbare ulteriormente questi ultimi e far loro percepire il clima di attrito. Nemmeno un mese fa, i genitori di Elena si dicevano sicuri dell’innocenza di Michele. Anche le ultime notizie del presunto killer estraneo al nucleo familiare lo scagionerebbero. Allora perché ora non gli credono più?

Edoardo Gori del Benetton Treviso

Edoardo Gori: intervista esclusiva a una promessa del rugby

Pino Daniele è morto

Pino Daniele è morto: ecco il ricordo sui social di amici e colleghi