in

Eleonora Giorgi rivelazioni shock: “Mi ritrovai immersa in qualcosa di folle, non mangiavo più, non uscivo più: c’era solo …”

Ormai è ufficiale Eleonora Giorgi, attrice famosa per film come Sapore di Sale e Borotalco, ma anche per commedie sexy degli anni Ottanta, uno dei sogni proibiti degli uomini italiani, parteciperà al Grande Fratello Vip. A seguito di lunghe trattative, reduce dal successo di Ballando con le stelle, Eleonora Giorgi ha accettato la proposta di Hilary Blasi. L’attrice torna in tv, soprattutto dopo le rivelazioni shock fatte lo scorso marzo sul Canale Nove a La Confessione di Peter Gomez. 

Eleonora Giorgi aveva parlato in quell’occasione di un periodo della sua vita difficile, di cui non va particolarmente fiera e che l’avrebbe trascinata nel tunnel della droga. “Il mio fidanzato, Alessandro Momo, perse la vita in un incidente in moto: gliela avevo prestata io. Da quel momento mi sono persa, poco dopo ho cominciato a drogarmi”, ha raccontato l’attrice. Era giovanissima, acclamata dal pubblico, soprattutto maschile che la definiva la “Lolita italiana”. “Gli uomini si aspettavano da me un certo tipo di suggestione erotica che non mi apparteneva” ha spiegato Eleonora Giorgi, che proprio nel tentativo di fare esperienze diverse e di costruire una propria identità cominciò a frequentare attori, intellettuali, artisti, tra cui il pittore Mario Schifano. “Mario era completamente folle. Io allora non sapevo nemmeno cosa fosse la cocaina. Non capivo perché, vestito di nero, in quella grande casa vuota, zompettasse elettrico da tutte le parti”. Stando alle parole di Eleonora Giorgi a casa di Mario Schifano di droga ne girava parecchia: “C’era una pipa di oppio che le persone si passavano di mano in mano. Io pensavo si trattasse di una cosa indiana, invece mi si incrociarono gli occhi e svenni come ipnotizzata. Ho fatto il sonno più lungo della mia vita”. Sempre l’interprete di Borotalco ha aggiunto: “Mi ritrovai immersa in qualcosa di folle, non mangiavo più, non uscivo più: c’era solo l’eroina”. Dalle droghe leggere a quelle più pesanti, in un crescendo che l’avrebbe portata a distruggersi.

A salvarle la vita l’arrivo di Angelo Rizzoli. Dal matrimonio con questi, durato dal 1979 al 1988, è nato il primo figlio della Giorgi, Andrea. “Al di là dei problemi giudiziari che arrivarono dopo, l’incontro con Angelo mi restituì alla vita: andai in clinica e mi disintossicai. Oggi posso dire che è l’unica cosa che non rifarei”. Un incubo da cui Eleonora Giorgi è riuscita a svegliarsi.

fiumicino cadavere donna

Vicenza: coppia trovata impiccata in casa, orrore a Pianezze

bimba scomparsa in francia

Omicidio Maelys news, ennesima umiliazione per i genitori: la straziante decisione