in ,

Elezioni amministrative Roma 2016: chi sono i candidati sindaco [SCHEDA]

Il 5 giugno (e il 19 in caso di ballottaggio) si terranno le elezioni amministrative 2016. Tra le sfide più attese c’è quella di Roma, dove i candidati a sindaco sono ben tredici. Vediamo chi sono gli aspiranti primi cittadini della Capitale, nell’ordine in cui compariranno sulla scheda elettorale.

Alessandro Mustillo – Partito Comunista
Alessandro Mustillo, 26 anni, molisano, esponente del Partito Comunista è il più giovane candidato sindaco in questo turno elettorale amministrativo a Roma. Già militante e segretario del Fronte della Gioventù Comunista, Mustillo presenta un  programma molto incentrato sul sociale, animato dallo slogan “A Roma non basta un cambio, serve una rivoluzione.”

Virginia Raggi – Movimento 5 Stelle
Virginia Raggi, 37 anni, avvocato, è la candidata sindaco del Movimento 5 Stelle. L’esponente pentastellata sta raccogliendo numerosi consensi anche al di fuori della sfera d’influenza del M5S: è di qualche giorno fa l’endorsement della più popolare tra le attrici romane, Sabrina Ferilli, a cui sono seguiti quelli di Fiorella Mannoia e Antonello Venditti. Lei non brilla per empatia e non ama i confronti Tv: invitata oggi da Barbara D’Urso a Domenica Live su Canale 5, la Raggi ha dato forfait, lasciando una sedia vuota in studio. “Coraggio, è ora di mandarli a casa” è lo slogan della sua campagna che si concluderà con un grande comizio il 3 giugno prossimo, in piazza del Popolo.

Fabrizio Verduchi – Lista Civica Italia Cristiana Fabrizio Verduchi, 42 anni, sposato e con tre figli è il fondatore e presidente di Italia Cristiana, movimento “di cattolici impegnati in politica”, si legge sul sito. E la famiglia è al centro della campagna elettorale per le amministrative 2016 di Italia Cristiana, così come il tema della casa: sul sito del movimento è disponibile l’elenco completo dei candidati al consiglio comunale, tutte “facce nuove” per la politica romana. Giorgia Meloni – Fratelli d’Italia/Noi con Salvini Giorgia Meloni non ha bisogno di grandi presentazioni. 39 anni, politica di lungo corso militante della destra dai giovani di Alleanza Nazionale al PDL per finire a Fratelli d’Italia di cui è esponente di punta. Per la sua corsa al Campidoglio è sostenuta anche dalla Lega Nord, o meglio dalla lista “Noi Salvini”.

Carlo Rienzi – Lista civica Codacons per Roma
Carlo Rienzi, avvocato, è il segretario di una delle più note associazioni italiane che si occupano della tutela dei consumatori. Noto anche con il “più rompiscatole d’Italia”, Rienzi sta conducendo una campagna elettorale tutta all’insegna della lotta per la trasparenza e la legalità nell’amministrazione comunale, come si legge in un recente post sul blog del candidato.

Michel Emi Maritato – Lista civica Assotutela
Michel Emi Maritato fondatore e presidente di Assotutela, in passato è stato vicino alle posizioni di Renata Polverini, di Vittorio Sgarbi e Reteliberal, con cui ha combattuto la battaglia contro l’anatocismo bancario e di Equitalia. I temi economici sono al centro della sua campagna per la guida della città di Roma, come si legge sul suo blog.

Alfredo Iorio – Lista civica Patria
Alfredo Iorio, alla guida della lista civica Patria, è il candidato sindaco espressione di Movimento Sociale italiano, Forza Nuova e Fiamma tricolore.

Roberto Giachetti – Partito Democratico/Centro Sinistra
Roberto Giachetti, esponente del Partito Democratico, è tra i pesi massimi del match per il Campidoglio. Con lo slogan “Roma torna Roma” Giachetti sta cercando di portare il Centro Sinistra fuori dalla palude del dopo Marino. Nato a Roma 55 anni fa, già militante del Partito Radicale e redattore di Radio Radicale, Giachetti è stato nelle fila dei Verdi e quindi tra i fondatori della Margherita con Francesco Rutelli. Oggi è vice presidente della Camera, oltre che deputato del Partito Democratico. A proposito di Roma, scrive sul suo sito “Io quelli che dicono che tutto fa schifo li comprendo. Ma dopo bisogna passare all’azione altrimenti quella frase diventa un alibi per evitare le responsabilità, persino quella di scegliere chi ti deve governare.”

Simone Di Stefano – Casapound
Simone Di Stefano, già vice presidente di Casapound, è noto ai più per l’arresto rimediato nel 2013 per esser salito sul balcone della rappresentanza Ue a Roma sfilando la bandiera europea per sostituirla col tricolore. 39 anni, già militante del Movimento Sociale, abbandonato dopo la svolta di Fiuggi è tra i fondatori di Casapound il movimento della destra sociale molto attivo a Roma.

Stefano Fassina – Sinistra per Roma
Stefano Fassina, candidato sindaco di Sinistra per Roma, è un ex esponente del Partito Democratico, in rottura con la linea centrista del premier Matteo Renzi. Economista ed ex sottosegretario del governo Letta, Fassina ha grande attenzione per i temi sociali e sta portando avanti una campagna elettorale all’insegna dell’attenzione per le periferie e per il disagio, con lo slogan #lameglioRoma.

Dario Di Francesco – Unione Pensionati/Lista Centro Dario Di Francesco, già candidato a sindaco di Roma nel 2001 con la lista “Avanti Lazio”, ci ha riprovato poi nel 2008 con la lista “No Euro – I grilli parlanti”. Quest’anno si presenta con cinque liste: Viva l’Italia, Lega Centro, Per Roma, Grillo Parlante e Unione Pensionati.

Alfio Marchini  – Roma Popolare/Forza Italia/Centro Destra
Alfio Marchini, 51 anni, è un imprenditore nel settore della costruzioni per “eredità di famiglia”. Consigliere comunale uscente, si era candidato alle precedenti elezioni ottenendo poco meno del 10% dei consensi. In questo turno elettorale la sua lista “Roma Popolare” è riuscita a far convergere i consensi di una larga fetta del centro destra, tra cui quelli di Forza Italia, fino ad un mese fa indirizzati sull’ex capo della Protezione Civile Guido Bertolaso.

Mario Adinolfi – Il popolo della famiglia
Mario Adinolfi è nato a Roma nel 1971. Giornalista e blogger, dopo aver militato nella Democrazia Cristiana e nel Partito Popolare Italiano, nel 2001 ha fondato il movimento Democrazia Diretta, con cui lo stesso anno si è candidato sindaco di Roma. Nel 2014 fonda il giornale “La Croce” e nel 2016, dopo essere stato tra gli organizzatori del Family Day, il partito “Il popolo della famiglia” con cui si candida alla guida della città di Roma.

Written by Andrea Monaci

49 anni, è direttore editoriale di Urbanpost.it fin dalla sua fondazione nel 2012. Ha iniziato la sua carriera nel 1996, si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto per "Il Secolo XIX", "Lavoro e Carriere", "La Voce dei Laghi", "La Cronaca di Varese".

Italia Spagna

Italia – Scozia 1-0 video gol, sintesi e highlights

Non Dirlo Al Mio Capo facebook

Programmi tv stasera 30 Maggio 2016: Non dirlo al mio capo e Wall Street-Il denaro non dorme mai