in

Elezioni Comunali 2018 risultati ballottaggi: polveriera PD, Calenda e Martina all’attacco

I risultati dei ballottaggi delle elezioni Comunali 2018 confermano il trend nazionale: il centrosinistra è in sofferenza. L’ala dei dem viene travolta in Toscana e in Emilia. I Cinque Stelle si affermano ad Avellino e Imola, ma perdono Ragusa. Avanzano Lega e centrodestra un po’ ovunque. È un vero e proprio ribaltone quello avvenuto in Toscana dove Pisa, Siena e Massa passano in blocco al centrodestra. A Pisa il nuovo sindaco è Michele Conti candidato di Lega, FI e FdI, che ha battuto Andrea Serfogli. A Siena Luigi De Mossi, con il 50,8% batte di misura il sindaco uscente Bruno Valentini (Pd) fermo al 49,2%. A Massa Francesco Persiani è al 56,6% e batte senza problemi Alessandro Volpe, sindaco uscente, fermo al 43,4%.”Dobbiamo cambiare tantissimo: nelle persone e nelle idee. C’è stato un cambiamento radicale, ora bisogna lavorare per costruire tutto di noi e ripartire, c’è una nuova destra in campo aggressiva e radicata”. Questo il primo commento del reggente del Pd Maurizio Martina parlando a “Circo Massimo” su Radio Capital. Che aggiunge: “C’è bisogno di leadership nuove ma il centrosinistra non può prescindere dal Pd”.

pd sondaggi elettorali 5 maggio 2018

Elezioni Comunali 2018 risultati ballottaggi: il duro commento di Martina

“È una sconfitta chiara, inutile girarci attorno”, ha detto Martina, “ci sono in particolare sconfitte che pesano parecchio, come nelle città toscane e in certe realtà dell’Emilia Romagna”. Massa, Siena, Pisa, Imola. La geografia della disaffezione Dem prende forma ancora una volta lì dove il partito era storicamente più forte. Alcune città hanno tenuto, ma non abbastanza per addolcire la pillola. “Credo ci siano anche segnali che dobbiamo valorizzare come Teramo, Brindisi, Siracusa, la stessa Ancona. Segnali per noi utili , e però non cambiano il segno inequivocabile della sconfitta”.

Risultati elezioni comunali 2018: “Andare oltre il PD”

Negli stessi minuti, su Twitter arriva la proposta dell’ex ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda: “Ripensare tutto: linguaggio, idee, persone, organizzazione. Allargare e coinvolgere su una nuovo manifesto. Andare oltre il Pd. Subito! #fronterepubblicano”.

Assegni nucleo familiare Inps 2018: come richiederli? Ecco requisiti, tabelle e tutte le info utili

Grottammare: uomo perde memoria dopo bagno al mare, ricoverato