in ,

Elezioni in Iran, vincono i riformisti di Rohani: conservatori indietro

Arrivano i primi dati definitivi relativi alle elezioni in Iran che si sono concluse ieri sera; le urne erano state chiuse a mezzanotte e subito erano iniziate le operazioni di scrutinio. In precedenza vi avevamo già anticipato dei buoni risultati parziali ottenuti dai riformisti tra le cui fila spicca il presidente Hassan Rohani che vengono confermati anche dai dati che arrivano dal Ministero degli Interni iraniani.

L’ex presidente Ali Akbar Hashemi Rafsanjani e l’attuale presidente Hassan Rohani infatti dominano con il loro partito la lista dei 16 eletti nell’Assemblea degli Esperti per quanto riguarda il collegio elettorale di Teheran; una netta sconfitta per i conservatori che non compaiono nei primi posti tra le preferenze. Un risultato storico per i riformisti-moderati che in precedenza erano in minoranza nel Parlamento.

l primo nominativo sul fronte dei conservatori si può trovare soltanto al decimo posto con Ahmad Janati, presidente del Consiglio dei Guardiani, l’organismo che controlla il Parlamento e il voto; più in basso, al dodicesimo posto delle preferenze, troviamo invece Mohammad Taqi Mesbah Yazdi, conosciuto come “il religioso per cui non conta nulla quello che pensa il popolo”.

Il Segreto anticipazioni 28 febbraio – marzo 2016: Maria violentata

emma marrone instagram

Amici 15 gossip: occhi puntati sull’incontro fra Emma Marrone e Stefano De Martino