in ,

Elezioni Politiche 2018 quando si vota: c’è accordo sulla data per andare alle urne (FOTO)

Elezioni Politiche 2018 quando si vota, c’è accordo sulla data per andare alle urne! Dopo essere andati alle urne nel 2013, gli italiani sono pronti a tornare la voto dopo aver assistito al passaggio di mano tra tre esecutivi (Letta, Renzi, Gentiloni). La quota DEM, con le elezioni politiche 2018, dovrà tornare in campagna elettorale per poter rientrare al Governo dalla porta principale; l’opposizione, rappresentata dalle forze di centrodestra e del Movimento 5 Stelle, cercherà di sedersi al Governo. Ma qual è la data da cerchiare in rosso? Quando verranno sciolte le Camere? Ecco le ultimissime notizie…

Leggi anche: Sondaggi Elettorali 2018, quali intenzioni di voto per gli italiani?

Elezioni Politiche 2018 quando si vota: ecco la data

Quando si vota in Italia? Quando avverranno le elezioni politiche 2018? Qual è il giorno da cerchiare in rosso sul calendario? Quale la domenica che vedrà Renzi, Di Maio, il candidato premier del centrodestra, e gli altri rappresentati delle forze politiche cercare di vincere le elezioni? Ormai non ci sono praticamente più dubbi: non sarà soddisfatta la richiesta di Silvio Berlusconi che sperava nel voto in maggio e con la naturale scadenza del Governo Gentiloni (marzo). Bensì, le Elezioni Politiche 2018 italiane avranno luogo domenica 4 marzo 2018. 

Leggi anche: Tutte le notizie sulle Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018, quando avverrà lo Scioglimento delle Camere?

In vista delle Elezioni Politiche 2018 fissate, ancora formalmente e non ratificate, in data 4 marzo, quando avverrà lo scioglimento delle Camere? L’ipotesi che va prendendo corpo infatti è che Mattarella sciolga le Camere il 27 dicembre. Come riporta Corriere della Sera: “L’idea di anticipare il termine della legislatura, che formalmente si concluderebbe in marzo, nasce dalla volontà di preservare il governo da qualsiasi intoppo parlamentare all’indomani dell’approvazione della legge di Stabilità.”

Leggi anche: Legge Elettorale 2018, come funziona il Rosatellum?

Paolo Gentiloni dimissioni: il Premier rimetterà il mandato? I precedenti

Ma Paolo Gentiloni salirà al Colle rimettendo il mandato nelle mani di Sergio Mattarella e, dunque, rassegnando le dimissioni? No, a quanto pare la procedura sarà un’altra e più semplice ed ha già due precedenti. Il Premier Gentiloni dichiarerà esaurito il suo compito. In passato, nella storia della Repubblica Italiana, è già accaduto con il Governo Amato (2001) e Berlusconi (2006).

Seguici sul nostro canale Telegram

ivana mrazova a mattino 5

Ivana Mrazova oggi a Mattino 5: “Non sono più fidanzata”, Luca Onestini è il suo nuovo amore?

Andrea Dovizioso intervista Moto Gp

Andrea Dovizioso Moto GP intervista esclusiva: “Stagione incredibile, punto al titolo nel 2018”