in

Elezioni regionali Umbria 2019 affluenza: i dati aggiornati

Si sono aperte alle 7 questa mattina le urne in Umbria per le elezioni regionali 2019, e si chiuderanno alle 23. Per questo richiamo al voto così importante su scala nazionale, secondo quanto riportato dal ministero dell’Interno, alle ore 12 si sono presentati il 19,55% dei cittadini umbri in 92 comuni, un’affluenza in forte aumento se si considerano le ultime elezioni regionali del 2015, che avevano registrato solo il 15,39%. Nello specifico, la percentuale è del 19,68 nella provincia di Perugia e del 19,19 in quella di Terni.

Orario aperture urne Elezioni regionali Umbria

Perché sono importanti le elezioni regionali in Umbria

Le elezioni regionali in Umbria sono le prime dall’insediamento del governo Conte bis, per questo vengono considerate un test nazionale non solo per l’esecutivo, ma soprattutto per il centro-destra che dopo la mozione di sfiducia è passato all’opposizione nonostante ancora registri, nei sondaggi nazionali, la percentuale più alta di consensi. Ed è proprio per questo motivo che Matteo Salvini nelle ultime settimane è stato presente sul territorio, considerandolo come il primo, in una partita di risiko, da conquistare. Il centro-sinistra comunque ha accolto la sfida, infatti lo scorso venerdì 25 ottobre si sono presentati in loco il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, Luigi Di Maio, Nicola Zingaretti e Roberto Speranza a sostegno del candidato Vincenzo Bianconi. Per la prima volta, le forze di maggioranza si sono unite sia politicamente (nonostante i dissidi interni) che fisicamente su un territorio regionale, a Narni. Secondo Conte, queste elezioni, possono essere considerate un “esperimento”: “Sono qui per offrire una mia testimonianza nella consapevolezza che non si voterà per il governo, ma che è in atto un esperimento interessante”, ha infatti commentato durante l’incontro nella città umbra. Secondo Salvini, invece, per Conte “la pacchia sta finendo”, perché la vittoria del centro-destra è già assicurata.

Conte, Di Maio, Zingaretti, Speranzai in Umbria

Conte, Di Maio, Zingaretti, Speranza elezioni regionali Umbria

I candidati

Il retroscena di queste elezioni vede il presidente uscente, Catiuscia Marini, doversi dimettere preventivamente, rispetto al 2020, per lo scandalo Sanitopoli che ha macchiato la regione: l’inchiesta della procura di Perugia ha riguardato undici concorsi pubblici, una trentina di assunzioni tra infermieri, medici e personale ausiliario. Con questo sfondo, i candidati alla carica di Presidente della regione sono otto, con 19 liste collegate e due nomi in evidenza. Per il centro-sinistra infatti spicca quello di Vincenzo Bianconi, sostenuto dal Movimento 5 Stelle, dal Partito Democratico, da Europa Verde, da Sinistra Civica e verde e infine da Bianconi per l’Umbria. Sull’altra sponda, invece, per il centro destra troviamo Donatella Tesei, appoggiata dalla Lega, da Fratelli d’Italia, da Forza Italia, da Umbria Civica e da Tesei Presidente.

>> Tutte le notizie di politica italiana

Martina Luchena Instagram, ‘calda’ e sensuale in intimo per le scale: «Hai un corpo meraviglioso»

Mara Venier ha rischiato di non arrivare in tempo a Domenica In