in ,

Elezioni Sindaco Roma sondaggi: PD e Movimento 5 Stelle avanti

Con l’arrivo del 2016 si è tornato a parlare con grande veemenza della corsa alla poltrona di Sindaco di Roma; dopo i mesi di interregno del commissario Francesco Paolo Tronca bisognerà trovare un successore al dimissionario Ignazio Marino, che aveva lasciato la carica lo scorso novembre. Dall’inizio di febbraio poi si sono avute le prime conferme sui candidati che concorreranno alla massima carica di governo della Capitale, ultima quella di Guido Bertolaso che ha spaccato il centro-destra e ancora non trova l’intesa tra tutti i capogruppo con Matteo Salvini che ha sollevato polemiche nei confronti della scelta di Berlusconi e di Giorgia Meloni.

Gli ultimi sondaggi prodotti vedono ancora in vantaggio il PD; nonostante gli scandali che hanno portato alle dimissioni di Marino infatti, il Partito Democratico risulta essere la lista a cui la maggior parte dei romani darebbe la sua preferenza (28,60%). Al momento il nome forte del partito di Governo è Roberto Giachetti che nell’analisi di Winpoll ha il 28% dei favori anche se i cittadini della Capitale non disdegnano Roberto Morassut (25%); subito dietro al PD c’è il Movimento 5 Stelle (27,60%) che  al momento ha scelto i suoi 6 candidati per le primarie. Nel campione analizzato nel sondaggio risalente al 15/02 però le preferenze dei romani sono andate soprattutto per Marcello De Vito e Virginia Raggi, con entrambi che si attestano sul 27%.

A stupire è sicuramente il fatto che tra i nomi più gettonati dai romani ci sia Giorgia Meloni (30%); l’esponente di Fratelli d’Italia (12,30%) non si dovrebbe candidare come sindaco, visto l’alleanza sancita con Forza Italia (7,70) e Lega Nord (4,1%) anche se l’accordo nelle ultime ore ha scricchiolato. Rimane comunque in piedi la candidatura di Alfio Marchini, che i cittadini dell’Urbe considerano il secondo nome papabile (28%) al pari di Giachetti anche se la sua lista è abbastanza indietro nei sondaggi (7,20%). Infine Stefano Fassina, candidato per la Sinistra Italiana (4,40%) che si attesta sul 22%. Per quanto riguarda gli altri partiti, l’area popolare che comprende UDC e NCD ha registrato l’1% delle preferenze, leggermente meglio Rifondazione Comunista (1,60%).

Air France Torino incendio

Torino, aereo Air France in fiamme: motore va a fuoco, panico a bordo

riccardo scamarcio

Valeria Golino e Riccardo Scamarcio separazione: arriva la smentita