in ,

Elio e Le Storie Tese, Rocco Tanica: “Vi racconto la mia depressione”

Se vi diciamo Elio e Le Storie Tese riuscireste a pensare a qualcosa di triste? Se citiamo Rocco Tanica potreste associare il suo nome e cognome a un momento di sconforto? No, perché tra vent’anni di carriera artistica e le ultime apparizioni televisive, tutto si potrebbe pensare eccetto questo. Ma si sa, far sorridere gli altri può essere semplice se lo hai come dono di natura, il difficile è che tu sia soddisfatto della tua vita. Ed è capitato a Rocco Tanica che per un breve periodo della sua esistenza questa felicità l’avesse smarrita, così come racconta a Selvaggia Lucarelli in una lunga intervista concessa al Fatto Quotidiano: “Non vado via dagli Elii – dice Rocco Tanica semplicemente non continuerò nei grandi concerti, il volume alto, la calca e ogni sera tre ore di performance non sono facili da gestire.” Ma quello che sorprende è il dettagliato racconto che Rocco Tanica fa circa il suo passato: “Sono stato molto spaventato, per un periodo non riuscivo né a mangiare, né a dormire. Sono andato in un reparto di psichiatria dove ho conosciuto ottimi medici, ho perso e trovato nuove persone.”

TUTTO SUL MONDO DELLA MUSICA CON URBANPOST!

Chi lo ha aiutato a rialzarsi? “La mia famiglia dove includo a tutti gli effetti Elio e le Storie Tese, perché sono stati la mia forza nel momento più cupo della mia vita – continua un Rocco Tanica che nessuno si aspetterebbe – non credo che  Bon Jovi avrebbe fatto lo stesso con me.” Il simpatico artista spiega anche come sia riuscito a mettersi in piedi nuovamente: “Alla fine del 2013 mi sono rimesso in sesto e adesso l’unico consiglio che posso dare alle persone che soffrono di depressione è di non tenere tutto dentro ma di parlarne con chiunque, solo così potrà iniziare la cura.”

 

Quando si chiede a Rocco Tanica perché abbia deciso di fare televisione, l’artista che abbiamo imparato ad apprezzare nelle vesti di “inviato della sala stampa” al Festival di Sanremo ammette: “Non vedrei il 90% di televisione ma posso assicurarvi che guarderei il 50% di quello che faccio io, non so se mi sono spiegato.”

Che tempo che fa ospiti

Fast and Furious 8, Charlize Theron sarà la villain più affascinante del cinema [FOTO]

musei gratis milano firenze torino

Share Festival Torino 2016: quando l’elettronica diventa arte domestica