in

Elisa Gualandi scomparsa a Pont Canavese: sospetti su un quarantenne che la cercava

Elisa Gualandi scomparsa a Pont Canavese: le ultime indiscrezioni sul caso riguardano un misterioso quarantenne, alto e distinto, che la conosceva ed era andato a cercarla nella sua casa di Rivoli, quando ormai Elisa si era già trasferita a Villanuova (Pont Canavese, nel Torinese). “Ho un appuntamento con lei”, avrebbe detto l’uomo ai vicini di casa che lo hanno informato che Elisa si era trasferita. La 53enne impiegata comunale di cui si sono misteriosamente perse le tracce la mattina dello scorso 6 giugno aveva infatti chiesto una aspettativa di sei mesi dal lavoro, decisa più che mai a cambiare vita. “Ho trovato un’occasione per 15mila euro”, aveva detto alla proprietaria di casa a Torino, comunicandole di volere disdire il contratto d’affitto e di avere acquistato la piccola casetta a Pont, da risistemare, in cui lo scorso maggio si era trasferita insieme ai suoi due amati gatti e che – lo ribadiscono le sorelle e la madre – mai avrebbe abbandonato. Ad Elisa è dunque successo qualcosa di grave. L’allontanamento volontario viene infatti escluso dalla famiglia, intanto la procura di Ivrea ha aperto un fascicolo a carico di ignoti per sequestro di persona. Questa la terribile ipotesi degli inquirenti.

Elisa Gualandi scomparsa

Elisa Gualandi scomparsa: un quarantenne la cercava, chi è?

Ma chi è il misterioso uomo che la andò a cercare in casa a Rivoli quando lei si era già trasferita? E davvero i due avevano un appuntamento? Gli inquirenti non escludono che l’incontro possa essere avvenuto proprio a Villanuova. Come, quando e perché ancora non è chiaro, ed è per questo che in Procura si stanno vagliando tutte le piste investigative possibili, per non lasciare niente al caso. Single per scelta e alquanto schiva, Elisa aveva diversi amici/conoscenti. Uno di essi, già sentito dagli inquirenti, è risultato estraneo alla vicenda; altri conoscenti di Elisa vengono intanto sentiti in queste settimane.

SCOMPARSA ELISA GUALANDI: GLI APPROFONDIMENTI DI URBANPOST, LEGGI

Scomparsa a Pont Canavese: indagini sull’appuntamento mancato con un uomo distinto sulla quarantina

Quando la mattina del 6 giugno scorso è uscita di casa a piedi, portando con sé solo il cellulare, “Elisa aveva un paio di pantaloni e una camicetta. Ha detto che andava in piazza”, ha riferito la vicina di casa Maria, che poi non vedendola più rientrare qualche giorno dopo ha avvertito i carabinieri. Elisa si è diretta verso il centro del paese, lo riferisce una testimone, ma le telecamere di video sorveglianza della zona non riprendono il suo passaggio. Le ipotesi sono due: durante il tragitto potrebbe essersi fermata prima di arrivare alla piazza e poi avere imboccato un’altra strada, oppure potrebbe essere salita su un’auto insieme a qualcuno senza essere notata. Le sue tracce fiutate dai cani molecolari si perdono proprio in quel punto del paese, improvvisamente. E’ dunque altamente probabile che sia salita in macchina con qualcuno. Si indaga a tutto campo in merito al presunto appuntamento mancato con l’uomo misterioso non ancora identificato.

Villanuova: il tragitto fatto da Elisa e il punto in cui si perdono le sue tracce

Temptation Island 2018 news, Ida e Riccardo si sono lasciati? Il dettaglio che lo conferma

Carlotta Lo Greco malattia, l’ex attrice di Centovetrine racconta il tumore e il ‘dramma’ familiare