in

Ellen DeGeneres abusi dal patrigno: «Mi toccò il seno con la scusa di escludere che avessi un tumore come mia madre!»

Confessione choc per Ellen DeGeneres, attrice e doppiatrice, tra i volti più noti dello star system americano, icona dell’omosessualità quando ad Hollywood era ancora un tabù. La conduttrice comica, ospite del David Letterman‘s My Next Guest Needs No Introduction, ha raccontato di aver subito abusi dal patrigno quando aveva appena 15 anni e di non essere stata creduta dalla madre.

«Mentre mia madre si trovava fuori città, lui mi disse che aveva sentito il nodulo nel suo seno e…»

Fa parlare di sé e ancora una volta i riflettori sono puntati su di lei, stavolta per una vicenda davvero tremenda, raccapricciante. Ellen DeGeneres ha raccontato che l’incubo è cominciato dopo che a sua madre, Betty, era stato diagnosticato un tumore al seno. Come riporta il Daily Mail, la donna all’epoca è stata sottoposta a mastectomia e il patrigno della conduttrice approfittando della situazione cominciò a tormentarla con i primi abusi: «Mentre mia madre si trovava fuori città, lui mi disse che aveva sentito il nodulo nel suo seno e che aveva bisogno di toccare anche il mio per constatare che non avessi lo stesso problema. Disse anche che non voleva allertare mia madre, ma che aveva necessità di controllare!», ha dichiarato l’attrice 61enne, che ha spiegato il perché ha scelto di parlarne oggi, a distanza di anni: «È una storia davvero orribile e scenderò nei dettagli solo perché voglio che altre ragazze non permettano mai a nessuno di fare a loro una cosa simile!». 

«Ai tempi non sapevo che ogni seno è diverso dall’altro e mi convinse. Ci provò più volte e cercò anche di buttare giù la porta…»

Nel corso dell’intervista Ellen DeGeneres ha spiegato: «Ai tempi non sapevo che ogni seno è diverso dall’altro e mi convinse. Ci provò più volte e cercò anche di buttare giù la porta della mia stanza. Sentivo che sarebbe andato oltre!». Un racconto crudo, reso ancora più drammatico da un dettaglio: la madre non le ha prestato ascolto. «Quando finalmente le raccontai tutto, lei non mi credette e rimase insieme a quell’uomo per altri 18 anni. Adesso è ancora dispiaciuta per non aver ascoltato le mie parole. Io sono arrabbiata con me stessa perché sono stata incapace di oppormi. Avevo 15 o 16 anni!», ha chiarito l’attrice sposata con l’attrice Portia de Rossi, la quale ha concluso: «Penso che portare la propria testimonianza sia importante: ci sono tante ragazze che sono vittime o lo sono state. Mi viene rabbia a pensare che non vengano credute: nessuna di noi inventa nulla. Mai!». 

leggi anche l’articolo —> Ballando con le stelle, Ettore Bassi e la figlia Amelia conquistano il pubblico: la piccola ha la sindrome di Down

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi", “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Heineken offerte di lavoro: nuove assunzioni a tempo indeterminato e stage in Italia

Il Santo del giorno 30 maggio: Santa Giovanna d’Arco