in

Elvis Presley, la storia dietro la leggenda: curiosità e successo

Elvis Presley, che piaccia o no, ha segnato la storia della musica. E’ un emblema della storia del rock’n’roll e non solo. Le sue movenze, il suo modo di cantare hanno lasciato il segno e hanno cambiato il modo di fare e vivere la musica. Oggi, 16 agosto 2019, sono esattamente 42 anni dalla scomparsa del celebre musicista. In questo giorno abbiamo deciso di onorarlo ripercorrendo insieme la sua storia.

elvis presley

Elvis Presley: la sua storia

Elvis Aaron Presley nacque l’8 gennaio 1935 a Tupelo, Mississipi. La sua famiglia versava in condizioni economiche piuttosto critiche ed Elvis è cresciuto con un gran numero di disagi. Nonostante questo i genitori riconobbero subito il talento del giovane e cercarono in tutti i modi di farlo emergere. Elvis dimostro per la prima volta interesse e talento per la musica quando a due anni scappo dalla madre per cantare insieme al coro della chiesa. A 11 anni la famiglia gli regalò una chitarra e questo cambio per sempre la sua vita.

Per motivi di lavoro del padre si trasferirono a Memphis. Qui Elvis era già una figura molto eccentrica. Vestiva in modo sfarzoso e, in un periodo storico in cui il razzismo dilagava, lui non si vergognava a frequentare locali Blues e persone di colore. Il suo successo arrivò per caso. Un giorno Elvis andò in uno studio di registrazione ad incidere un cd per sua madre, un produttore lo ascoltò e rimase colpito. Nel giro di poco gli propose un contratto discografico e il suo successo esplose.

elvis presley


leggi anche: Diletta Leotta Instagram, favolosa nel giorno del compleanno: «Chi non ha zoomato è un bugiardo!»

Curiosità sul re del rock

Il segreto del suo successo? La straordinaria presenza scenica, con tanto di movimenti oscillatori del bacino, ma anche l’innata capacità di fondere gli elementi più importanti della musica bianca con un genere, il rock and roll, nato come evoluzione della musica nera. Una curiosità: Elvis non si esibì mai fuori dagli Stati Uniti, ma il suo successo divenne comunque mondiale.

Elvis era ed è tutt’ora una leggenda. Ma un successo del genere ha comunque un peso. Negli ultimi anni Elvis aveva diversi disturbi e faceva un uso spropositato di psicofarmaci. Il 16 agosto 1977 fu trovato morto nella sua villa a Graceland, probabilmente per un attacco cardiaco. Attorno alla sua morte c’è un gran mistero, c’è chi pensa ancora che sia vivo e vegeto in qualche isola sperduta.

Alcune curiosità sul Re del rock. Fra i suoi incontri più strani quello con il presidente Richard Nixon. Il politico disse al cantante: “Ti vesti in maniera un po’ strana, non credi?” e Presley rispose: “Beh, signor Presidente, lei deve tenere in piedi il suo show e io il mio”. Elvis portava sempre con sè una collana con tre ciondoli: una Stella di David, una croce e il Chai. “Non voglio rischiare di non andare in paradiso per un tecnicismo” aveva spiegato.

 

giulia e silvia provvedi

Giulia e Silvia Provvedi di nuovo insieme: il loro lato B infiamma il web

Napoli, donna con le doglie multata da controllore perché senza biglietto