in

Emanuela Orlandi: ritrovate ossa umane in Vaticano, in corso accertamenti si indaga per omicidio

Caso Emanuela Orlandi ultim’ora: ritrovate delle ossa umane in Vaticano durante dei lavori di ristrutturazione. Si indaga sul macabro ritrovamento avvenuto in un’area extraterritoriale vaticana avvenuto nella serata di oggi, martedì 30 ottobre. Gli inquirenti stanno verificando se i resti ossei possano essere compatibili con il Dna di Emanuela Orlandi ma anche di Mirella Gregori, le due minorenni scomparse a Roma nel 1983. Lo apprende l’agenzia Ansa secondo cui a indagare è la procura di Roma. Il ritrovamento è avvenuto in un edificio di proprietà della Santa Sede.
Caso Orlandi, il Vaticano indaga sul ritrovamento di ossa

Secondo quanto emerge in queste ore, sono in corso accertamenti e comparazioni in particolare sul cranio e sui denti, per verificare se i resti rinvenuti siano riconducibili alla giovane Emanuela Orlandi, la 15enne di cui si sono perse misteriosamente le tracce nel 1983. Il medico legale da un primo esame dei resti non avrebbe avuto modo di risalire all’epoca delle ossa né di capire se appartengano ad una o più persone. Le indagini si svolgono in collaborazione con la magistratura italiana.

Scomparsa Emanuela Orlandi news 2018

La Procura di Roma ha aperto un fascicolo per omicidio a carico di ignoti in relazione al ritrovamento avvenuto in un edificio di proprietà del Vaticano. L’Ansa riferisce che “L’autorità giudiziaria ha disposto accertamenti tecnici per cercare di individuare a chi appartengano questi resti. Il lavoro degli inquirenti punta in particolare a verificare se le ossa possano essere compatibili con il Dna di Emanuela Orlandi ma anche di Mirella Gregori, anche lei scomparsa a Roma nel 1983 quando era ancora minorenne”.

Potrebbe interessarti anche: Emanuela Orlandi fu seviziata e stuprata? Diffuso audio sconcertante a Chi l’ha visto?, i dettagli

GF Vip Jane Alexander resta sola, eliminato Elia: e se l’ex velino avesse finto interesse per lei?

Bonus terzo figlio: lo Stato concede terra e casa alle famiglie numerose