in ,

Emergenza immigrati Europa, delirio ai confini: l’UE ha fallito

Le ultime ore sono critiche per i confini di Ungheria e Austria, in particolare Monaco, dove gli immigranti continuano ad arrivare senza sosta. Soltanto ieri, al confine ungherese sono giunti oltre 3000 immigranti, che si sono trovati di fronte ad una situazione estremamente ostile. Il premier ungherese, infatti, ha innalzato un muro. Non solo, a partire dal 15 settembre, verranno arrestati i immigranti che tenteranno di oltrepassare il confine illegalmente. In Ungheria come in Baviera, dunque, le operazioni di accoglienza risultano difficoltose. A questo proposito, arriva il duro giudizio da Berlino: “L’UE ha fallito”.

Le politiche intraprese dai paesi europei non sono sufficienti per placare il flusso di migranti provenienti dal Medioriente più che dall’Africa. Da Monaco, il sindaco Dieter Reiter chiede l’intervento dei paesi vicini, in modo che questi accolgano più immigrati, sgravando l’Austria, almeno in parte, da tale responsabilità: “Monaco e la Baviera non possono far fronte da sole a questa sfida enorme”. Intanto, Alexander Dobrint, ministro dei Trasporti tedesco, ha annunciato che “Sono necessari interventi rapidi ed efficaci per bloccare il flusso di profughi” e, più duramente, ha proclamato il “fallimento totale” dell’Unione Europea, in quanto a protezione dei confini, accoglienza degli immigrati e applicazioni di normative.

Belen Rodriguez Instagram

Belen Rodriguez Instagram: la sua domenica di relax lascia a bocca aperta i fan

Basket europei 2015 Italia-Israele

Basket Europei 2015: Italia-Israele alle 18 e 30 vale i quarti di finale del torneo