in ,

Emergenza Migranti in Italia, la UE: “Non vi lasciamo soli, ma è grave crisi”

Emergenza Migranti in Italia, anche l’Unione Europea riconosce la grave crisi italiana. “Sono in contatto permanente con il governo italiano, oggi e domani ci sentiremo ancora. La cosa più importante è che l’Unione europea non lasci l’Italia da sola, siamo al fianco dell’Italia, capiamo perfettamente la situazione sul terreno e sono sicuro che la risolveremo.” lo ha detto  il commissario Ue agli Affari Interni, Dimitris Avramopoulos, a margine della presentazione delle prospettive migratorie Ocse.

>>> Tutte le news con UrbanPost <<<

“L’Italia subisce pressioni enormi – ha ribadito il responsabile Ue ai microfoni di Ansa – Non lasceremo il Paese da solo: sia l’Italia sia la Grecia hanno sofferto molto negli ultimi tre anni ma credo che oggi siamo in una migliore posizione”. Avramopoulos ha comunque spiegato come la “Situazione in Italia è cattiva, lo posso dire, perché i flussi continuano, la rotta del Mediterraneo centrale rimane aperta, la Libia è nella situazione che conosciamo. Per questo cerchiamo di affrontare il problema in modo inclusivo e globale”. Tra l’altro, ha concluso, “studiamo nuove soluzioni per aiutare l’Italia in queste circostanze particolari”.

>>> Le ultime notizie con UrbanPost <<<

Intanto, la Commissione Unione Europea lavora “mano nella mano” con l’Italia e chiede agli altri Stati membri di “raddoppiare gli sforzi lungo la rotta del Mediterraneo centrale”, ha spiegato la portavoce. “L’Italia ha ragione. La situazione è molto impegnativa” e “tutti gli Stati membri devono mostrare solidarietà nei confronti dell’Italia”. Per parte sua, l’esecutivo comunitario è pronto “a aumentare il sostegno all’Italia, incluso un sostanziale aumento dell’assistenza finanziaria”, ha sottolineato la portavoce.

Seguici sul nostro canale Telegram

BOLOGNA TIR IN FIAMME SULLA A14

Palermo incidente sul lavoro: idraulico cade nel pozzo, morto

Angelina Jolie 40 anni

Brad Pitt e Angelina Jolie figlia: Shiloh e il primo trattamento ormonale? Arriva la smentita