in ,

Emergenza profughi: 5000 migranti in Sicilia, Ungheria riapre frontiere?

All’alba, la guardia costiera della Sicilia è intervenuta per portare in salvo i migranti diretti verso le coste italiane che, questa notte, hanno dovuto fare i conti con l’ennesimo naufragio. Stando ai dati comunicati dalle forze dell’ordine fino ad ora, sono 4541 i migranti portati in salvo.

Le operazioni di salvataggio hanno preso il via all’alba. Visto il gran numero di barconi e gommoni avvistati, sono state impiegate 20 unità navali. Tuttavia, gli sforzi della guardia costiera italiana non sono ancora sufficienti: altri barconi si trovano ancora al largo della Libia e necessitano di aiuto. Mentre in Italia la situazione è sotto controllo, non si può dire lo stesso dei migranti che si trovano al confine tra Croazia, Ungheria, Serbia e Slovenia.

L’Ungheria ha concluso questa notte il muro di filo spinato e alzato le barriere, ma la Serbia chiede che le riapra. La ragione è puramente economica: “Per la chiusura abbiamo già subito un ingente danno”, ha affermato il premier serbo.

elezioni di novembre erdogan arresti giornalisti

Turchia: Erdogan contro i Media, la polizia arresta sondaggisti, ricerche “non autorizzate” sulle scelte di voto

Concerto animalisti Roma

“Animal Aid Live” Roma: il primo concerto animalista italiano