in , ,

Emergenza rifugiati, la crisi dell’Onu: Agenzie non governative sull’orlo della banca rotta

Le agenzie umanitarie dell’Onu sono sull’orlo della banca rotta. A dichiararlo è l’alto commisario Onu per i rifugiati António Guterres in un’intervista rilasciata al quotidiano britannico The Guardian. 

Secondo Gueterres le agenzie Onu sarebbero oramai incapaci di provvedere ai bisogni primari a causa della crisi umanitaria di rifugiati che si estende dall’Africa al Medio Oriente sino all’Europa. “Il budget non corrisponde al reale aumento del numero delle persone in condizioni di bisogno. Le nostre entrate nel 2015 sono state 10% in meno rispetto a quelle del 2014. Recentemente, si legge sul The Guardian, la razione di cibo destinata ai profughi siriani in Libano e Giordania è stata ridotta, così come per i profughi somali e sudanesi in Kenya.

Una situazione che Gueterres definisce “irreparabile”:” Se si guarda al numero dei bambini che vedranno le loro vite drasticamente influenzate dalla malnutrizione e dalla mancanza di un supporto psicologico si vedrà come questo processo sia già in corso.”

Organizzazioni come l’UNHCR (l’agenzia Onu per i rifugiati) e l’Unicef non ricevono alcuna parte delle contribuzioni che i singoli stati membri inviano alle casse dell’Onu. Un sistema per cui Gueterres invoca un radicale ed immediato cambiamento per chiedere ai Paesi dell’Onu di fornire regolari pagamenti alle agenzie non governative affiliate alle Nazioni Unite.

Roma, incidente sul lavoro: tre operai ustionati da un’esplosione

Ronaldo Real Madrid-Barcellona

Dal Brasile, Real Madrid: per Cristiano Ronaldo rifiutati 150 milioni di euro dal PSG