in

Emiliano Sala scomparso, il mondo del calcio si mobilita: “Non fermate le ricerche”

Avete mai provato a chiedere ad un bambino cosa vuole fare da grande? Sicuramente vi risponderà il calciatore. Sì, tutti i bambini sognano di correre dietro ad un pallone e di fare goal per sentire gridare il loro nome dai tifosi nello stadio ed Emiliano Sala c’era riuscito. Emiliano aveva realizzato il suo sogno di bambino ed era diventato un calciatore. Il sogno dell’attaccante del Cardiff però si è spezzato a soli 29 anni a causa di un incidente aereo. Il calciatore è scomparso nel canale della Manica mentre si trovava in volo nella notte tra domenica 20 e lunedì 21 gennaio. Un incidente che ha sconvolto tutti: famiglia, compagni di squadra, tifosi e l’intero mondo del calcio. Un sogno che parrebbe spezzato, ma ancora la speranza che Emiliano possa tornare sul campo da calcio a segnare non è persa perché il calciatore e il pilota non sono stati ancora trovati. Quindi finché non si troverà un corpo la speranza deve restare accesa e le ricerche devono continuare.

Leggi anche –> Contromano in Tangenziale: un morto e 4 feriti gravi a Milano

L’appello della sorella a non smettere le ricerche

Emiliano Sala, 29 anni attaccante del Cardiff, è scomparso nel nulla sullo stretto della Manica nella notte tra il 20 e 21 gennaio insieme al pilota e all’aereo che lo stava trasportando proprio a Cardiff. Emiliano ha lasciato un ultimo messaggio da brividi prima di sparire al padre nel quale diceva: «Sono qui a bordo dell’aereo che sembra andare in pezzi, e vado a Cardiff. Se tra un’ora e mezza non hanno nessuna mia notizia, non so se manderanno qualcuno a cercarmi perché non mi troveranno. Papà! Che paura che ho». Un ultimo messaggio audio su Whatsapp e poi il silenzio. Poi la ricerca da parte della polizia e, dopo tre giorni di perlustrazione su un’area di circa 1800 chilometri quadrati tra la Francia e l’Inghilterra, la resa. Le autorità hanno gettato la spugna. Ma c’è chi non si arrende ed è la sua famiglia sopratutto sua sorella Romina. Romina ha dichiarato: «Ovviamente sono ancora in stato di shock, ma tutta questa dimostrazione d’affetto dei tifosi non può che darmi qualche speranza in più, anche perché noi siamo convinti che Emiliano e il pilota siano ancora vivi. Siamo venuti qui per trovare Emiliano, noi siamo sicuri che lui sia da qualche parte e andremo a cercarlo. Voglio trovare mio fratello. Sono sicura che ci riuscirò.» Emozionata e provata Romina non vuole arrendersi e non vuole smettere di cercare.

Il mondo del calcio si mobilita perché le ricerche non siano interrotte

Romina Sala non è l’unica a voler continuare a cercare Emiliano. Ad unirsi all’appello di sua sorella  anche tanti colleghi dell’attaccante che stava per iniziare la sua nuova avventura a Cardiff. Tra questi Lionel Messi, attaccante del Barcellona che, attraverso una foto sul proprio profilo Instagram, ha invitato la polizia a continuare ad investigare sull’aereo scomparso dicendo: «Finché c’è una possibilità, un filo di speranza, non si smetta di cercare Emiliano. Tutta la mia forza e il mio sostegno alla sua famiglia e ai suoi amici». Una voce importante che,insieme a quella dei familiari e di altri grandi del calcio, potrebbe convincere le autorità a cambiare idea e a riprendere le ricerche a oltre 72 ore di distanza dall’ultimo avvistamento. Anche altri calciatori hanno mostrato il proprio sostegno ai parenti dell’argentino. Gigi Buffon ha pubblicato un suo selfie con la maglia di Sala chiedendo di non smettere di cercare. Altri appelli sono poi giunti da Maradona, Dybala, Gervinho, Matuidi e tanti altri. Un messaggio di speranza, rilanciato in massa dagli utenti del web e diventato virale perché, come scritto anche da Mario Balotelli, la “speranza è l’ultima a morire”. A questo punto non ci resta che pregare affinché il sogno del campione possa continuare come si augurano tutti.

Leggi anche — > Scontro elicottero-aereo in Val d’Aosta: 5 morti

Delitto di Gorlago ancora orrore: Stefania forse “bruciata viva”, sconvolgenti novità da autopsia

massimo bossetti processo d'appello

Massimo Bossetti news, la difesa: “Cerchiamo un uomo misterioso”, nuova pista alternativa?