in

Eminem, nasce oggi il famoso rapper americano: 5 cose che (forse) non sai su di lui!

46 anni fa nasceva a St. Joseph, nel Missouri, Eminem (all’anagrafe Marshall Bruce Mathers III), star della musica rap, che in vent’anni di carriera ha venduto oltre 170 milioni di dischi nel mondo. L’esordio alla fine degli anni ’90 con l’album The Slim Shady LP, poi tanti successi: brani come The Real Slim Shady, Without Me e Love The Way You Lie, ma anche l’interpretazione al cinema del film 8 mile, per il quale ha inciso il brano della colonna sonora, Lose Yourself, premiato nel 2003 con l’Oscar per la “miglior canzone originale”. Eminem si è sempre distinto per lo stile provocatorio, per i suoi eccessi. In occasione del suo compleanno vogliamo raccontarvi cinque curiosità su di lui. I fan più accaniti le conosceranno già – tante le biografie scritte sul rapper e le dichiarazioni shock di questi – ma per i più saranno probabilmente una scoperta. Sapevate ad esempio che per girare il film 8 mile ha dovuto perdere in tre mesi 11kg? O che a scuola è stato bocciato tre volte? Leggiamone altre.

Soffre di OCD

Partiamo dalla malattia di cui soffre. Quando ne parla nei suoi testi Eminem non esagera affatto. In inglese si chiama OCD, acronimo di obsessive-compulsive disorder ed è un disturbo piuttosto serio, che porta il paziente ad essere preda di una moltitudine costante di pensieri ossessivo-paranoici. Le conseguenze possono essere diverse: uno dei più comuni è scrivere in maniera ripetitiva il proprio nome su un foglio.

Biondo per caso

Il motivo reale per cui Eminem si è tinto di biondo fa davvero pensare. Per stessa ammissione di MM, il rapper è diventato biondo per la prima volta grazie all’ecstasy: «Ero fatto di ecstasy. Sono entrato in un negozio e ho comprato una bottiglia di acqua ossigenata. […] Il giorno dopo ero biondo e non ricordavo niente!». E questo è soltanto uno dei tanti episodi curiosi legati alla sua persona.

Una vita all’insegna dei traslochi

Parlavamo di curiosità no? Beh, da ragazzino, a causa delle ristrettezze economiche Eminem ha cambiato case e scuole in continuazione. Pensate che quando uscì il suo primo album, il giovane cantante stava pagando le rate per l’acquisto della roulotte che utilizzava come residenza. Anche dopo il successo non c’è stata pace per il rapper americano, che si è visto costretto a cambiare casa non perché ne volesse una più lussuosa, ma semplicemente a causa dei fan che senza sosta tentavano di intrufolarsi  in piscina e nel viale d’ingresso.

Negato per la tecnologia

Per sua stessa ammissione Eminem ha detto di essere completamente negato per il computer e di conseguenza per i social network. Un’incapacità che lui considera però una fortuna, infatti, se fosse in grado di gestire in autonomia la propria pagina passerebbe le giornate intere a leggere i commenti della gente comune sulla sua musica.

Prima di diventare un cantante di professione

A scuola non era un granché, si applicava poco ed era insofferente. Penalizzante anche il fatto che a causa della sua timidezza era spesso oggetto di scherno e vittima di bullismo. Così senza conseguire alcun diploma, ripiegò su un’altra strada: la ristorazione. Prima di diventare il cantante che tutti conosciamo Eminem lavorava come cuoco, professione che ha portato avanti fino ai 26 anni. Guadagnava poco più di 5 dollari all’ora.

Scuola offerte di lavoro 2018: ecco come inviare la propria candidatura con le MAD

Un brufolo che passerà alla storia per il brufolo più lungo del mondo. Quello che vedete in foto è solo la “Punta dell’Iceberg”: aspettate a vedere tutto il resto