in ,

Empoli – Inter 0-1 video gol, sintesi e highlights Serie A 18a giornata

L’Inter di Roberto Mancini ritrova subito il sorriso dopo la sconfitta pre natalizia e inizia nel migliore dei modi il 2016 battendo l’Empoli in trasferta nell’unico match delle 18 che questa 18a giornata aveva in programma; una vittoria pesante quella dei nerazzurri che legittimano così il primo posto in classifica dopo la vittoria della Fiorentina nel pomeriggio, ottenendo il nono 1-0 stagionale grazie all’ottava rete del capitano Mauro Icardi.

Gli uomini di Mancini però giocano per quasi tutto il tempo di rimessa, con l’Empoli che fa la partita, dimostrando che il posto in classifica è meritatissimo; la squadra di Giampaolo gioca bene e sa mettere in difficoltà i nerazzurri: la prima occasione del match è proprio per i toscani, con Maccarone che impegna Handanovic su punizione; l’Empoli ci riprova poi in altre due occasioni, prima Zielinski che conclude sull’esterno della rete una bella combinazione con Pucciarelli e poi con Buchel che al 37′ chiama Handanovic ad una parata spettacolare. Poco prima dello scadere del primo tempo però è l’Inter a passare in vantaggio: Perisic al 46′ si libera sulla fascia e crossa teso con Icardi che sul primo palo brucia tutti e insacca la rete dell’1-0. 

La seconda frazione vede ancora l’Empoli padrone del campo, con i nerazzurri chiamati a difendersi e a ripartire; Saponara non riesce a superare Handanovic, così come successivamente Zielinski. Nel mezzo un tentativo di Brozovic, con la palla che sibila a fil di palo; al 28′ l’episodio che farà discutere: Murillo abbatte Pucciarelli che sarebbe stato tutto solo davanti ad Handanovic, Celi non fischia il rigore. L’incontro si conclude così con la vittoria dell’Inter che con il minimo sforzo e con tanta sofferenza espugna il Castellani 1-0 e mantiene a distanza la Fiorentina.

50 Sfumature di rosso

50 Sfumature di Grigio: film in Tv in Italia e auguri della scrittrice della saga

Atalanta Milan probabili formazioni

Milan News: Mihajlovic graziato ma Berlusconi non ha gradito alcune cose