in

Endometriosi, sabato la marcia mondiale: ne soffre una donna su dieci

Sabato 25 marzo 2017, appuntamento a Roma e in numerose città del mondo per la marcia mondiale contro l’endometriosi. Una diffusa patologia che colpisce, solo in Italia, tre milioni di donne, il dieci per cento della popolazione femminile. Un male a cui non è ancora data la giusta attenzione. Proprio per questo, diverse associazioni che aiutano donne affette da endometriosi hanno deciso di istituire una giornata per porre l’accento su cause e cure della malattia. A Roma, la manifestazione partirà da Santa Maria in Trastevere alle 11. Come in tutte le altre capitali mondiali dove avrà luogo la manifestazione, l’appuntamento di Roma sarà caratterizzato da fiocchi gialli, il colore associato alla malattia.

Ma che cos’è l’endometriosi? La causa dell’endometriosi ha origine da una disfunzione dell’utero. L’endometrio, una mucosa presente all’interno dell’utero, si espande al di fuori di esso, andando a coinvolgere altre parti come ovaie, vagina, tube, peritoneo e intestino. In concomitanza con l’arrivo del ciclo mestruale, il tessuto endometriale si spacca e sanguina. Se questo è presente all’esterno dell’utero, come avviene per i casi di endometriosi, provoca irritazioni, infezioni e cicatrici molto dolorose. L’endometriosi è infatti una delle cause più diffuse di dismenorrea, e provoca dolori difficilmente sopportabili e debilitanti. Non per niente, è notizia di pochi giorni fa la proposta di legge italiana sul congedo mestruale. Un tentativo per permettere alle donne affette da dismenorrea particolarmente grave di rimanere a casa da lavoro senza vedersi decurtare ferie o stipendio.

Una delle più attive associazioni che si occupa di endometriosi è TEAM ITALY. Una delle sue socie è Alessandra Bruziches, che ha spiegato così l’importanza della manifestazione di sabato. “Si tratta di una malattia ancora sconosciuta. Per questo ogni anno varie associazioni si impegnano nel coinvolgere medici e operatori”. La diagnosi dell’endometriosi solitamente arriva sempre con ritardo. Trattandosi di una malattia collegata a forti dolori mestruali, è spesso trascurata poiché i suoi sintomi vengono attribuiti ad altre patologie. Fatto molto grave, in quanto la mancata cura dell’endometriosi può portare a casi di sterilità. In media, i tempi di diagnosi sono di tre anni, anche se possono allungarsi a 6 o 7, prolungando inutilmente l’insorgenza di forti dolori addominali e dismenorrea.
photo credit: jpalinsad360 Deadly Listeria Food Poisoning: Who are at Risk? via photopin (license)

scientifica omicidio

Padova: 50enne trovato morto in casa con il cranio fracassato, nessuna pista esclusa

Inter - Genoa 2-0 highlights video gol

Inter, Mourinho fa sul serio per Perisic e Brozovic: stasera a Zagabria per Croazia – Ucraina