in ,

Eni: decide la chiusura della raffineria di Gela, gli operai vogliono bloccare il gasdotto libico

Intorno alla sorte dei lavoratori della raffineria di Gela c’è molta apprensione, secondo quanto dichiarato dall’amministratore delegato dell’Eni, Claudio Descalzi, sembra confermata la revoca dei 700 milioni di euro che dovevano essere investiti nello stabilimento siciliano per ammodernarne le tre linee produttive. Con questo programma di dismissioni della società, circa 3500 lavoratori corrono il rischio di trovarsi disoccupati.

Crocetta Rosario presidente Regione siciliana

Il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, intervenendo in un consiglio comunale straordinario a Gela, in cui si è discusso animatamente dell’abbandono dell’Eni e della chiusura della raffineria, ha confermato il suo impegno in difesa dello stabilimento della sua città natale: “A costo di apparire come l’ultimo Samurai o come l’ultimo giapponese del secondo conflitto mondiale”.

Cgil, Cisl e Uil sono particolarmente preoccupati per la raffineria siciliana, ma a rischio sarebbero anche quelle di Taranto, Livorno e Porto Marghera, oltre al petrolchimico di Priolo (Siracusa). Descalzi ai gelesi avrebbe proposto l’alternativa di una conversione dello stabilimento in una bioraffineria. Ma anche in questo secondo caso gli esuberi dei lavoratori sarebbero molti. Entro il 20 luglio dovrebbe essere proclamato lo sciopero generale della categoria dei lavoratori petrolchimici. Il presidente Crocetta avverte l’Eni che se intende abbandonare la Sicilia chiederà un risarcimento miliardario e minaccia la revoca delle concessioni per i giacimenti siciliani di gas e petrolio.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

argentino del Real

Manchester United: trovato accordo per l’argentino Angel Di Maria

Punti neri rimedi naturali

Cura del viso, eliminare i punti neri: ecco alcuni efficaci rimedi naturali