in

Enrico Mentana minacciato: lettera con svastica e insulti anche ad altri giornalisti

Il giornalista, direttore del tg di La7 e fondatore di Open Online Enrico Mentana ha ricevuto una lettera di minacce con insulti e svastiche. E’ lui stesso a denunciarlo con un post su Instagram in cui mostra il contenuto della missiva intimidatoria. “La tua enfasi che ti fa venire la bava contro chi è stato eletto dal popolo è vomitevole. Siete degli sfascisti che sperano che si affondi come hanno fatto i vostri padri assassinando molti soldati in Africa”, si legge nella lettera recapitata a Mentana. “Siete solo dei vili senza palle. Punirvi è un dovere. Boia chi molla”, prosegue la missiva che si conclude con una svastica. Minacce sono state rivolte anche all’editore Cairo ed altri giornalisti.

Numerose le reazioni di solidarietà dalla politica nei confronti di Enrico Mentana ma anche dell’intera categoria, ancora una volta minacciata. Importanti le parole del premier Giuseppe Conte che dicendosi “molto preoccupato” ha parlato di «atto vile e inqualificabile. Le minacce a chi esercita la professione di giornalista sono inaccettabili in sé ma anche perché costituiscono un grave attentato alla libertà di stampa».

Elezioni Francia Presidenziali oggi

 

Non è il primo e né sarà probabilmente l’unico caso di minacce ricevute da Mentana, del resto in buona compagnia. E’ un fatto grave, ma certo non paragonabile alle minacce di morte ricevute da migliaia di giornalisti, spesso semisconosciuti, che si espongono in prima persona per raccontare l’universo della criminalità organizzata. Intimidazioni ben più gravi di una semplice lettera, come quella recapitata al fondatore di Open Online. L’osservatorio di Ossigeno ricorda i casi di molti giovani giornalisti minacciati di morte da mafia ‘ndrangheta e camorra. Si tratta in moltissimi casi di colleghi che non hanno la stessa popolarità del direttore di La7 e per questo motivo sono ancora più a rischio, perché meno protetti dalla solidarietà mediatica che questi episodi di norma attivano. In tutto, secondo Ossigeno, i giornalisti minacciati di morte dalla criminalità organizzata in Italia dal 2004 ad oggi sono oltre duemila. Vorremmo che anche per loro ci fosse la solidarietà ricevuta da Mentana.

Leggi anche –> Lirio Abbate, quando il giornalismo è vita contro ogni mafia e minaccia

Written by Andrea Monaci

48 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it, ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto tra gli altri per il "Lavoro e Carriere" e "Il Secolo XIX". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

Bologna, smantellati due cartelli di imprese funebri: arrestate 30 persone

Lele Mora derubato di 40mila euro in un campo rom: ecco cosa è successo