in

Enrico Silvestrin al “Grande Fratello Vip”: età, peso, altezza, tutto sull’attore italiano

Enrico Silvestrin è un attore, conduttore radiofonico e televisivo italiano. Alto 1metro e 75, pesa circa 70 kg. Nato a Roma il 30 maggio 1972, è nipote per parte materna di Peppino De Filippo. Si diploma al liceo Orazio di Roma, poi conseguita la maturità classica si iscrive a Lettere all’Università La Sapienza. Non prenderà però la laurea, la passione per la musica lo porta a fondare un suo gruppo, gli “Agony ‘n Cage”, con cui si esibisce nei vari locali della capitale. Le porte del cinema gli si aprono, invece, grazie ad un piccolo ruolo nel film Le amiche del cuore. A dirigerlo è il grande regista Michele Placido. 

Nel 1994 si trasferisce a Londra: vuole dedicare la sua vita al mondo della radio. Diventa uno dei volti di punta di MTV Europe. Sono quelli anni felici per lui: lavora per Radio Deejay, poi con la nascita di Mtv Italia conduce per due stagioni Sonic. Lavora come inviato di Verissimo in tv, al cinema torna a recitare con Gabriele Muccino. Il film è Ecco fatto. Impegnato nelle riprese della serie tv di scarso successo Via Zanardi 33, Enrico Silvestrin è costretto a rifiutare il ruolo di Adriano ne L’ultimo bacio. La parte andrà a Giorgio Pasotti. Ma Muccino lo rivuole nel film del 2003 Ricordati di me. Da lì tanto cinema e tv: da Il bosco fuori di Michele Albanesi a Che ne sarà di noi di Gabriele Muccino, da Distretto di Polizia all’Ispettore Coliandro. Nel 2007 conduce con Elisabetta Canalis Il Festivalbar.

Enrico Silvestrin ha anche insistito anche con la carriera musicale. Ha prodotto alcune tracce dell’album di J-Ax Il bello d’esser brutti, nel 2005, e poi è diventato speaker per RadioRadio, dove conduce un programma di attualità. Della sua vita privata si sa poco: soltanto che è stato a lungo fidanzato con la deejay Emanuela, dalla quale ha avuto un figlio, Gianmarco, che oggi ha 7 anni. A lungo è stato lontano dai riflettori, la presenza sua al Gf Vip può essere un’occasione di riscatto, un modo per riavvicinarsi al suo amato pubblico. In queste ore l’artista è finito nella bufera: in un post su Instagram aveva usato più volte la parole ric*****. Enrico Silvestrin non è assolutamente omofobo, si è scusato e ha voluto precisarlo: «Io non sono una persona omofoba. Questa cosa mi fa stare veramente male. Mi fa male pensare che lo possa leggere mio figlio, mio padre e fa male anche a me. Voglio chiedere scusa a chi si è sentito offeso. Mi dispiace aver offeso delle persone. L’ho fatto in totale buona fede (…) In questo tipo di mestiere tante persone interverranno, è anche pieno di persone che cercano pubblicità in questo senso!».

Prysmian Group: opportunità di lavoro per 50 laureati in Italia e all’Estero

Decreto sicurezza approvato, il testo integrale. Salvini: «Felice, un passo in avanti per rendere l’Italia più sicura!