in

Epifania 2016 falò, pignarûi, foghere e panevin: ecco dove andare, tra magia e vin brulé

Voglia di vivere una festa dell’Epifania memorabile? Il Friuli Venezia Giulia e il Veneto sono due delle regioni da visitare tra il 5 e il 6 gennaio 2016 se volete vedere scacciare i brutti ricordi dell’anno trascorso e accogliere con gioia l’anno appena iniziato, magari traendone qualche auspicio.

Sono tanti i sinonimi per indicare i falò che illuminano paesi e borghi del Nord-Est: “foghera”, “pignarûl”, “cabossa”, “pan e vin”, ma anche “casera”, “sema”, “palavin”, “fugarisse” o “fogaròn”. La particolarità? In cima a queste enormi cataste vengono posti dei fantocci che riproducono le fattezze di una strega, mentre i partecipanti assistono allo spettacolo della legna che arde sorseggiando un bicchiere di vin brulé e mangiando la pinza, una piccola focaccia di farina di mais, farcita con uvetta, frutta secca e pinoli.

Urban Viaggi ha pensato di segnalarvi gli appuntamenti più importanti, anche se sul portale www.girofvg.com è possibile consultare il calendario di molte altre foghere in programma (con un’accortezza: quella di verificare sempre gli orari, dal momento che spesso gli eventi sono organizzati da gruppi autonomi).

A Pordenone, tra i fuochi più grandi, vi segnaliamo quello che illumina il Castello di Caneva, il cosiddetto “Panevin Grant”: anche quest’anno, il 5 gennaio 2016, oltre centoventi carri di legno hanno raccolto la potatura dei vigneti per accatastarla vicino a un palo di sostegno alto oltre trenta metri. L’accensione, prevista alle ore 20:30, sarà preceduta dalla tradizionale cerimonia del “Théndro del Thòc de Nadàl”, mentre l’atmosfera sarà pervasa di magia e animata dai canti della tradizione popolare contadina.

SCOPRI TUTTE LE IDEE PER LE VACANZE SU URBAN VIAGGI!

In provincia di Udine, tappa d’obbligo è Tarcento, dove si festeggia fin dal 3 gennaio con il caratteristico “Palio dei Pignarulârs”, ovvero una corsa dei carri infuocati per le vie del centro storico. Mercoledì 6 gennaio sarà la volta della rievocazione storica, con il corteo in costumi medievali; uno dei momenti più attesi è la fiaccolata capeggiata dal Vecchio Venerando che accenderà il grande pignarûl traendone, in base alla direzione della fumata, gli auspici per l’anno iniziato. Alle ore 20 segue il grande spettacolo pirotecnico; sia il 5 che il 6 gennaio non mancherà l’intrattenimento, tra sbandieratori, eventi musicali e mercatini.

Il 6 gennaio si fa festa anche a Precenicco, sempre nell’Udinese, tra pignarul e “lucciolata”: quest’ultima è una camminata di tre chilometri per le vie del paese che partirà alle ore 18.00 da Piazza del Porto; una volta arrivati in Via Divisione Julia, si accenderà la foghera, tra musica, pinza, vin brulé e dolci per i più piccoli consegnati dalla Befana.

In Veneto, tra gli appuntamenti più importanti, vi segnaliamo la tradizionale “Casera sul Fiume Lemene” di Concordia Sagittaria (VE), suggestivo falò sulle acque costruito a bordo di una zattera galleggiante; per saperne di più, scrivete a veraconcordia@gmail.com.

Molte altre le occasioni in provincia di Treviso, da scoprire sul portale www.trevisoinfo.it; tra tutti vi segnaliamo il Panevin di Arcade, che illuminerà Piazza Vittorio Emanuele, martedì 5 gennaio, dalle ore 21.00 alle 23.00.

Beautiful anticipazioni settimanali

Beautiful anticipazioni settimanali 4-9 gennaio 2016: guerra fra Steffy e Ivy

startup italia whoosnap

Startup Italia, Whoosnap: aumento di capitale di 155mila euro per l’app pensata per i giornalisti