in ,

Equinozio d’autunno 2016: miti e tradizioni legate a questo giorno

Come ricorda anche il doodle di Google, oggi cade l’equinozio d’autunno: dal latino equinox (il giorno uguale alla notte), si è soliti denominare così il momento in cui il Sole attraversa l’equatore terrestre, momento che segna ufficialmente l’inizio dell’autunno. Non tutti sanno, però, che il nome latino non è del tutto corretto: sebbene gli antichi pensassero che durante questa giornata il giorno e la notte avessero la stessa durata, in realtà qualche differenza esiste tanto che in questo 2016 le ore di luce dureranno 8 minuti in più di quelle di buio.

Il pensiero comune non è però del tutto sbagliato: come l’equinozio, negli ultimi giorni di Settembre cade anche il giorno denominato equilux e, in particolare, quest’anno cadrà il 25. Ma l’equinozio è un’esclusiva terrestre? Sebbene sulla Terra sia stato spesso considerato – come succede per i solstizi – un vero e proprio momento magico nonché momento di “cambiamento”, il fenomeno degli equinozi esiste anche su altri pianeti sebbene segni l’arrivo di stagioni molto più estreme: l’inverno di Marte, per esempio, dura ben 154 giorni di totale gelo.

Quali sono invece le tradizioni legate all’equinozio? Dalle popolazione celtiche sino agli antichi greci, tutte le popolazioni hanno sempre celebrato il cambio di stagione: tra tutti, i Maya sono forse quelli che hanno fatto le cose più “in grande”. A Chichen Itza, in Messico, le popolazioni indigene costruirono una grandiosa piramide a gradoni dai quali, durante gli equinozi e i solstizi, sembrasse scendere una maestosa scia di luce: in Cina, invece, ancora oggi si festeggia la Luna che precede l’equinozio – l’Harvest Moon o Luna del raccolto – con un grande Festival a lei dedicato.

Atalanta everton diretta TV

Fantacalcio voti serie A, le 5 sfighe che ti fanno maledire l’infrasettimanale

José Mourinho

Mourinho risponde alle critiche: ‘Troppi Einstein nel calcio’