in

Equitalia “condono” 2016: decalogo per accedere alla definizione agevolata

Equitalia ieri ha spedito a tutti gli uffici periferici i modelli per la rottamazione dei ruoli, allegando le istruzioni per la loro corretta compilazione. Da ieri sera è possibile visionare i quattro fogli del modello utili per usufruire della rottamazione e le relative modalità di compilazione sul portale www.gruppoequitalia.it. Per rendere più agevole l’adesione dei contribuenti interessati all’eliminazione degli interessi e delle more dalle cifre dovute allo Stato, sarà possibile presentare la domanda anche attraverso la posta certificata (pec). L’istanza sarebbe presentabile via Pec già da oggi, ma il vero inizio è previsto da lunedì con l’apertura degli sportelli.

Tutte le istanze di rottamazione dei ruoli relativi alle somme riferite ai carichi affidati a Equitalia tra il 2000 e il 2015, devono essere presentate entro il termine ultimo del 23 gennaio 2017, ed Equitalia entro il 24 aprile 2017 comunicherà la somma complessiva dovuta, la scadenza delle eventuali rate e recapiterà i bollettini per effettuare il pagamento. Nella prima pagina il contribuente dovrà scrivere tutti i dati identificativi della persona fisica, titolare, rappresentate legale, tutore o curatore di un’attività e gli estremi delle cartelle e gli avvisi di accertamento esecutivo delle Entrate, dei Monopoli, delle Dogane e dell’Inps per i quali si chiede la risoluzione agevolata.

Nella seconda pagina del modello i contribuenti dovranno sottoscrivere tre dichiarazioni. Nella prima il soggetto dovrà indicare la modalità di pagamento prescelto: unica soluzione o rateizzazione. Gli interessi, nel caso di pagamento a rate, sarà del 4,5% all’anno e nel caso di mancato, insufficiente o tardivo versamento dell’unica rata o di una delle rate la definizione agevolata non produrrà effetto. Nella seconda dichiarazione il contribuente dovrà sottoscrive di rinunciare ai giudizi pendenti, e la veridicità dei dati riportati nel modello. Nella terza pagina del modulo è contenuta l’eventuale delega per la presentazione dello stesso. Con la domanda di adesione si avvia la procedura. Da martedì prossimo si apre ufficialmente l’esame del decreto legge che prevede la rottamazione delle cartelle e tutti i gruppi parlamentari hanno presentato richiesta di ritoccare il periodo di dilazione. In particolare, con l’emendamento 6.44 Sottanelli (Sc-Ala) si chiede di estendere la rottamazione alle cartelle iscritte a ruolo o affidate all’agente della riscossione al 31 dicembre 2016.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Treno a vapore da Roma a Ceprano prima di Natale

Treno a vapore da Roma per i mercatini di Natale 2016: magia da vivere nel borgo di Arce

WWE, Daniel Bryan costretto al ritiro: il wrestler piange in diretta tv