in ,

Eredità Albero Sordi a Domenica Live: i parenti chiedono chiarezza, tra accuse reciproche

A tre giorni dall’anniversario di morte di Alberto Sordi, avvenuta il 24 febbraio 2003, Barbara D’Urso a Domenica Live ha ospitato alcuni dei suoi parenti, i quali hanno precisato che non sono interessati all’ingente patrimonio del famoso attore, ma piuttosto a che si stabilisca con chiarezza la verità. Nella lunga vicenda dell’eredità di Alberto Sordi e della sorella Aurelia, i 37 parenti dell’attore romano hanno impugnato il testamento di quest’ultima, accusando l’autista della famiglia Sordi, Arturo Artadi , di circonvenzione di incapace.

Già durante la vita di Aurelia Sordi, una sentenza della Cassazione aveva disposto l’allontanamento dell’autista dalla “signorina” Sordi, in quanto i parenti temevano che potesse raggirarla. La redazione di Domenica Live ha intervistato via web Arturo Artadi, il quale al momento è indagato insieme ad altre 9 persone dalla giustizia italiana, si trova in Perù: “Sono in Perù perché in Italia non ho più lavoro, sono stato allontanato dal consiglio di amministrazione della fondazione, hanno chiuso i miei conti correnti, non posso vivere d’aria, non ho più soldi.Sono malato, ho problemi al cuore. Mi hanno offerto un contratto assurdo per i miei 25 anni di servizio per la famiglia Sordi. Il testamento di Aurelia diceva che dovevo continuare a lavorare, ma non potevo lavorare con uno stipendio di 700 euro. Non è vero che non era capace di intendere e di volere. Il giorno del funerale di Alberto vicino ad Aurelia c’ero io, non i parenti. Nei giorni così tristi e dolorosi, avrebbero dovuto esserci”.

I parenti di Alberto Sordi non credono che l’autista abbia potuto raggirare da solo Aurelia Sordi e sottolineano che sono stati i primi a giungere sul letto di morte dell’attore. Barbara D’Urso ha anche mandato in onda un intervento di Paola Comin, amica e adetta stampa della famiglia Sordi che ha avuto parole pesanti per i parenti che hanno impugnato il testamento: “La signorina è stata preda di persone che Alberto aveva tenuto lontano. Una serie di lontanissimi parenti si sono fatti avanti come avvoltoi e hanno approfittato della signorina. Come mai questi parenti non sono mai stati invitati ad una prima, ad una festa, al compleanno, a nessuna delle cose pubbliche fatte a Roma che hanno riguardato Alberto? Lui voleva la privacy e ora starebbe male, credo che dall’aldilà mandi fulmini e saette”. In studio i parenti di Sordi hanno replicato: “Come si permette. Questa signora non sa niente, non fa parte della famiglia, i parenti siamo noi”.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Diretta live Olimpia Milano-Fenerbahce

Basket Final Eight 2016 Coppa Italia: Olimpia Milano schiacciasassi, battuto Avellino

Roma – Palermo diretta live Serie A, risultato finale 5-0: manita e Strootman regalano il sorriso alla Roma