in ,

Eritema solare bambini: cause, sintomi e rimedi naturali per la cura

Quando si va al mare con i bambini, una delle cose a cui bisogna prestare maggior mente attenzione è la loro esposizione al sole; la pelle estremamente sensibile dei bambini infatti può essere compromessa se non si applica l’adeguata protezione solare, ovvero la 50, ogni 2 o 3 ore e soprattutto una volta usciti dall’acqua. Tra le conseguenze più comuni di una mancata cura della pelle dei bambini esposta al sole c’è l’eritema solare, un arrossamento dell’epidermide che comporta a seconda della gravità sintomi quali prurito, bruciore, dolore, bolle, febbre e malessere generale nei casi più gravi. E’ quindi importantissima la prevenzione contro l’eritema solare, esponendo i bambini gradualmente e con la giusta protezione ai raggi solari, evitando le ore più calde della giornata. Quali sono però in caso i rimedi naturali più adatti alla cura dell’eritema solare nei bambini?

Nei casi di eritema solare meno grave nei bambini è sufficiente idratare la pelle almeno due volte al giorno con una crema e far bere molto i piccoli; tra le creme più adatte per alleviare il bruciore e mantenere in salute la pelle c’è la calendula che aiuta anche in caso di scottature. Cercate di fare un bagno tiepido ai bambini evitando saponi o agenti chimici aggressivi e fateli rilassare; una volta usciti dall’acqua della vasca tamponate la loro pelle, non sfregatela per evitare lesioni. In caso di eritema solare ad ogni modo i bambini nei giorni successivi devono evitare di esporsi nuovamente al sole ed è importante, anche in caso di cielo nuvoloso, rimanere coperti.

Nei casi più gravi invece in cui assieme all’eritema solare nei bambini si presentano anche bolle e febbre è fondamentale rivolgersi il prima possibile ad un pediatra oppure portare i bambini al pronto soccorso per un controllo.

prugne benefici

Prugne benefici: dall’intestino all’osteoporosi

PASTORI RUMENI UCCISI

Giallo a Roma: trovato cadavere di donna nel cortile di un palazzo