in ,

Erza Pound: poeta moderno, la sua vita e il suo pensiero

Oggi ricorre il 131° anniversario dalla nascita di Ezra Pound, poeta, scrittore e traduttore nato, da una famiglia di Puritani del New England e Qaccheri della Pnnsylvania, il 30 Ottobre 1885 a Hailey nell’Idaho. Pound visita l’Europa per la prima volta nel 1898 insieme alla famiglia. La passione per l’Europa, in Pound nasce all’Università di Arts and Letters della Pennsylvania, lì studia le lingue romanze e comincia a conoscere i poeti provenzali a cui dedicherà molti studi e traduzioni. Nel 1906 parte dall’America alla volta dell’Europa, grazie a una borsa di studio, approda in Spagna e in Italia. Tornato in America prova l’insegnamento, ma viene allontanato dalla docenza di letteratura spagnola e francese in un’Università dell’Indiana, perché considerato troppo anticonformista. Dunque Ezra Pound riparte nel 1908 per l’Europa con pochi spiccioli, fa la spola tra Londra, Parigi e Venezia e comincia a pubblicare le sue prime poesie.

Pound si dedica alla traduzione del filologo Ernest Fenellosa e nel 1914 ottiene l’incarico di curare la segreteria del poeta irlandese William Butler  Yeats, cultore di James Joyce e si prodiga per fare pubblicare le poesie di Thomas Eliot. Intanto Pound inizia a lavorare ai Cantos. Nel 1925 Pound si trasferisce a Rapallo, in Liguria, e continua a dedicarsi ai Cantos, ma traduce anche Confucio e si immerge negli studi di economia. Inizia la sua polemica contro le politica economica internazionale e sostiene la tesi della natura economica delle guerre, già oggetto di alcune sue conferenze tenute alla Bocconi. Il 3 maggio 1945, Pound viene arrestato da due partigiani e dopo una serie di interrogatori, trasferito a Pisa dove viene affidato alla polizia militare. Per diverse settimane lo scrittore viene rinchiuso in una gabbia di ferro ed esposto al sole di giorno e alla luce di riflettori di notte. In seguito gli verrà concesso di scrivere in una tenda e Pound compone i Canti Pisani. Dunque Pound viene rimpatriato in America, dove viene dichiarato traditore e per lui viene chiesta la pena di morte. Al processo viene riconosciuto infermo di mente e quindi rinchiuso nel manicomio criminale di Saint Elizabeth di Washington per dodici anni. Scarcerato nel 1958, dopo incessanti petizioni e appelli, Pound si rifugia a Merano presso la figlia. Vengono pubblicati i Cantos, e partecipa a eventi culturali e convegni internazionali. Pound muore nel 1972 a Venezia dove è sepolto.

Innegabilmente Ezra Pound influenza tutta la letteratura del novecento, considerato “Il grande fabbro” della poetica moderna, “imagista” molto vicino alle idee filosofiche di Hulme, come poeta spoglia i versi dalla retorica sentimentale e crea una poetica fondata sull’elemento visivo. Pound è anche considerato il poeta di una stagione di rinascita culturale americana che a Londra pubblica i sonetti del poeta stilnovista fiorentino Guido Cavalcanti. Pound poeta, complica l’espressività cercando immagini ed effetti spaziali, nel periodo di un grande cambiamento dell’arte, con Braque, Picasso, Matisse, Kandisnsky, Marinetti e altri, lui dirà: “L’immagine non è un’idea, è un nodo, un grappolo radiante, un vortice”. Dei Cantos, l’opera immensa di Pound, dirà Eugenio Montale: “I Cantos contengono tutto lo scibile di un mondo in disfacimento e in essi il senso del carpet domina su quello d’una costruzione, di un avvicinamento a un centro… I troni nel paradiso di Dante sono assegnati alle anime delle persone responsabili di buon governo, i troni dei “Cantos” rappresentano uno sforzo per uscire dall’egoismo e per dare la definizione di un ordine possibile o comunque concepibile sulla terra”.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Carlos Bacca Milan-Torino probabili formazioni

Dove vedere Milan – Pescara: orario diretta tv e streaming gratis Serie A

Licenziamenti disciplinari informazioni utili

Licenziamento per giusta causa o giustificato motivo soggettivo: differenze e informazioni utili