in ,

Nuovo esame di maturità, scompare la terza prova: ecco tutte le novità

Due prove scritte e addio alla terza prova. Potrebbero essere queste le novità introdotte dalla legge delega in materia di valutazione, ancora in discussione nelle aule parlamentari, all‘esame di maturità. Nella giornata di oggi infatti si è tornato a parlare delle variazioni ad uno degli esami più importanti in ambito scolastico e c’era chi già aveva parlato di una possibile applicazione del nuovo formato all’esame di maturità 2017.

Pronta la smentita del ministro Giannini: Chiarisco tassativamente: “Per modificare una virgola dell’esame di Stato 2017 il provvedimento avrebbe dovuto essere approvato entro l’inizio dell’anno scolastico. La legge delega in materia di valutazione è ancora oggetto di consultazioni e non esistono testi definitivi.” 

In attesa di capire in che tempi verrà vagliata ed eventualmente approvata la nuova legge, sulle colonne del Corriere della Sera è comparso un articolo che analizza quali potrebbero essere le prime novità riguardo il nuovo esame di stato: come detto in precedenza, due prove scritte nazionali, nessuna tesina, commissari soltanto interni e addio definitivo alla terza prova. L’idea è quella sviluppare maggiormente i progetti lavoro-scuola che andranno ad influire in modo determinante sui crediti; il tutto per snellire l’esame di Stato dando più importanza a tutto il percorso scolastico. Per quanto riguarda l’Invalsi, la prova di matematica e italiano, verrà svolta al quarto anno ma influirà ugualmente sul voto finale.

Seguici sul nostro canale Telegram

Uomini a letto 10 errori da evitare

Uomini a letto: ecco i 10 errori più comuni da evitare

web summit lisbona 2016

Web Summit Lisbona 2016: anche 41 startup innovative italiane in gara