in ,

Esplosioni aeroporto Bruxelles, Matteo Salvini: “Stavo per imbarcarmi per l’Italia”

C’era anche il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, a Bruxelles, dove alle 8 di questa mattina due esplosioni hanno sventrato il Terminal A dell’aeroporto Zaventem, facendo 11 vittime e una trentina di feriti. Torna in Belgio il terrore: Bruxelles è di nuovo sotto attacco terroristico, ne sarebbe convinta anche la polizia federale belga.

E mentre si diffonde anche la notizia di un attacco a due fermate della metropolitana, Matteo Salvini interviene in collegamento telefonico a Mattino 5: “Sto rientrando in questo momento nei miei uffici a Bruxelles, la polizia mi ha bloccato a poca distanza dall’aeroporto, dove a minuti avrei preso un aereo per l’Italia … stavo andando proprio alla sala partenze dell’aeroporto di Bruxelles per tornare in Italia quando sono stato bloccato e rimandato indietro dalla polizia. Qui intorno c’è un grande caos”.

Il leader del Carroccio ha inoltre interagito con gli utenti Facebook, pubblicando questo post:

“ESPLOSIONI e morti all’aeroporto di Bruxelles.

Io stavo arrivando lì ma ci hanno bloccato, tutto evacuato.
Sto bene (a qualche scemo dispiacerà) e torno in ufficio.
Non è possibile vivere sotto il ricatto dei violenti e dei folli.
Io non mi arrendo, io non ho paura.
Una preghiera per le vittime”

Bruxelles aeroporto attentati

Bruxelles, due esplosioni in aeroporto: bloccati i collegamenti con la città

allarme terrorismo belgio uomo armato supermercato

Attentato Bruxelles: forse altro attacco a due stazioni della Metro