in

Estate 2014: i 9 motivi per cui il brutto tempo estivo non è poi così male

Quest’anno il brutto tempo ci sta decisamente flagellando. Dopo un maggio da “sol leone” e un giugno altrettanto bello, almeno sicuramente in settimana, quando tutti eravamo intenti a consumare le ore di lavoro o studio tra carte e pc, luglio e agosto, con i loro temporali improvvisi, non hanno smesso di sorprenderci in negativo e guastarci le feste. Pur essendo le temperature alte, la iconica nuvoletta di Fantozzi non sembra proprio volerci mollare, in alcune regioni, nemmeno per Ferragosto. Non resta che rassegnarci al maltempo e capire che, anche con la pioggia, ci sono alcune cose che si possono fare durante le vacanze estive. Vediamo allora i motivi per cui il brutto tempo estivo non è poi così male.

estate 2014 maltempo 9 motivi per cui il brutto tempo non è poi così male

1) Siamo tutti sulla stessa barca. Vuoi la crisi, i soldi che mancano o vanno risparmiati, vuoi il tempaccio, secondo le ultime indagini statistiche, solo un italiano su dieci andrà in ferie, quindi potete consolarvi perché non siete gli unici in questa “noiosa” situazione. Quest’anno pare che la pioggia, sia l’ultima moda.

2) Le città sono ancora piene. Perché prendersi le ferie col maltempo quando si può, se si può, andare avanti con il lavoro e tenersi stretti i preziosi giorni liberi per un momento in cui il tempo sarà più favorevole? Così le città si rianimano e non sono più fantasma. Le serrande non sono più tutte abbassate, si può ancora fare un giro per gli ultimi saldi. Anche in estate c’è via vai per le strade, e uscire in centro a fare un aperitivo è di nuovo un occasione piacevole per svagarsi.

3) Fare un bel ripulisci. Piove, siete bloccati in casa. Approfittatene per fare un po’ di pulizie generali. Improponibili cimeli di famiglia senza valore ma carichi di polvere, vecchie carte, quaderni, appunti, post it, volantini pubblicitari, chi di voi non ha almeno due di queste cose sedimentate per casa? Bene, ecco il momento ideale per liberarvene.

4) Liberarsi dallo stress. Piove, siete teoricamente bloccati in casa. Non è vero. Cosa vi impedisce di uscire? Niente. Allora uscite, andate a passeggiare o a correre sotto la pioggia se fa caldo. E’ liberatorio da matti. Oppure dedicatevi a voi stessi, fate degli esercizi yoga, meditazione, un bel bagno caldo, la spa. Dedicatevi ai figli se ne avete. Insomma, in poche parole, trovate un’attività piacevole e distensiva che vi aiuti a scrollare di dosso lo stress.

5) Bagno di cultura. Ognuno di noi vive in una città o paese nei cui pressi ci sono musei o siti archeologici, luoghi e paesini storici da visitare. Se, causa lavoro e studio, non avete avuto ancora tempo di vederli tutti, quale momento migliore per visitarli se non quando è brutto tempo?! Apprezzerete così le meraviglie culturali della vostra terra o di altre, comunque un bagno di cultura non fa mai male!

6) Finite i libri mai terminati. Il brutto tempo è l’occasione ideale per riprendere le vostre letture da dove le avevate lasciate. Sicuramente leggere in spiaggia sarebbe stata un altra cosa, ma diciamocelo, il bagno, la partita a beach, e la pennichella al sole, vi avrebbero comunque impedito di terminarli.

7) Carrellata di web series e telefilm. Come per i libri, potrete finalmente riprendere il filo delle vostre sit com preferite e rivederle tutte da capo senza soluzione di continuità.

8) Caldo, ciao ciao. E’ inutile negarlo, se l’alternativa è l’afa, quando non piove si sta davvero bene. 

9) Fate un viaggio in controtendenza. Nella vita è sempre un questione o di scelte o di punti di vista. Allora vi consigliamo di scegliere ed essere in controtendenza. Chi dice che non si possa viaggiare anche col brutto tempo?! La società? Le usanze? Chissenefrega! Il viaggio e la vacanza sono i vostri. Magari dovrete rivedere i vostri piani di viaggio, ma partite lo stesso. Il gioco può valere la candela.

Calciomercato news: Falcao conteso dal Real Madrid e Manchester City

news mercato juve

Calciomercato news: trattative in corso giovedì 7 agosto