in

Europa League Fiorentina: scelte obbligate per Montella verso la Bielorussia

Questa mattina alle 9.30 la Fiorentina è decollata da Peretola alla volta della Bielorussia dove domani sera affronterà, nella seconda gara del gruppo K, la Dinamo Minsk  reduce dai 6 gol incassati a Salonicco contro il Paok. Trasferta ostica per i Viola, non tanto per il valore degli avversari a cui bisogna comunque portare il massimo rispetto, quanto per le condizioni climatiche dato che si prevede una temperatura massima intorno ai 5-6 gradi. I magazzinieri hanno preparato tutta l’attrezzatura invernale: maglie a collo alto, calzamaglie e guanti. Questo pomeriggio ci sarà la rifinitura e Montella scioglierà tutti i suoi dubbi, anche se c’è poco da scegliere visti pochi giocatori a disposizione; i Viola si alleneranno allo stadio della federazione bielorussa, mentre la partita si svolgerà a Borisov, nello stadio del Bate dato che lo stadio della Dinamo è in riparazione.   Fiorentina Europa League

Sono 20 i convocati di Montella: Gonzalo e Savic restano a casa, si risparmiano in vista dell’Inter, c’è Vargas che molto probabilmente sarà titolare, ci sono anche tre ragazzi pronti a fare esperienza: il promettente Bangu, il portiere Lezzerini Mancini. Scelte obbligate dunque per il tecnico viola: in porta Tatarusanu, probabile difesa a 4 con Alonso a sinistra, Basanta in mezzo e Richards Tomovic a occupare gli altri due posti, con il serbo che probabilmente affiancherà Basanta al centro. PizarroValero saranno tenuti in naftalina per l’Inter, dunque trio obbligato a centrocampo con Aquilani, BadeljKurtic pronti. Davanti uno tra Ilicic e Bernardeschi agirà da falso nueve con l’altro che agirà sul fronte destro, mentre a sinistra dovrebbe esserci Vargas. Probabile anche una difesa a 3 con Tomovic, Basanta e Alonso e Richards che andrebbe a destra mentre Pasqual andrebbe sulla sinistra.

Si attendono una cinquantina di tifosi viola allo Stadio mentre con un comunicato ufficiale la Dinamo ha chiamato tutti i suoi tifosi a raccolta a sostenere la squadra a Borisov, che dista circa un’ora e mezza dalla capitale. Gli ufficiali di gara sono i polacchi Gil Pawel (arbitro), Piotr SadzcukMarcin Borkowski assistenti.

Domnica Cemortan scriverà un libro

Concordia, Domnica Cemortan scriverà un libro: l’ex amante di Schettino cerca forse visibilità mediatica?

Strage Cottarelli: la Cassazione annulla la condanna all’ergastolo per i colpevoli