in

Europei di basket 2015, avversaria Italia: la Lituania ai raggi X

Sicuramente coach Pianigiani, per caricare i suoi mercoledì sera, dirà: “I tipi grossi come te mi piacciono perché quando cadono fanno più rumore.” Frase tratta dal celebre film di Sergio Leone “Il buono, il brutto e il cattivo”. La Lituania non è di certo una squadra da sottovalutare, anzi, sono i vice-campioni in carica e nell’ultimo mondiale si sono posizionati al quarto posto, dopo USA, Serbia e Francia, ma hanno perso dei pezzi importanti e, soprattutto in questo Europeo, hanno dimostrato di avere delle grosse lacune.

Il team si regge su tre fattori principali: la classe e l’esperienza di Valanciunas, pivot dei Toronto Raptors, il fisico e la freschezza di Maciulis, guardia del Real Madrid, campione in carica dell’Eurolega, e il quintetto già collaudato proveniente dal Zalgiris Kaunas, prima squadra del campionato lituano. L’Italia dovrà cercare di arginare questi tre fattori fondamentali, ma soprattutto dovrà cercare di tenere gli uomini più pericolosi: Valanciunas e Maciulis. Quest’ultimo è già schedato: infatti, nella stagione 2012/2013, ha giocato nel Siena, allenata dall’ex assistente di Simone Pianigiani, Luca Bianchi.

Meno penetrazioni, più tiri da lontano, l’Italia mai come adesso avrà bisogno delle triple di Marco Belinelli in primis, di Danilo Gallinari e di Marco Bargnani, i tre che, fino ad adesso, hanno trascinato la nostra nazionale ai quarti di finale.

Written by Vincenzo Mele

Nato a Napoli il 13 Agosto 1996, si è diplomato al Liceo Classico Adolfo Pansini, in Napoli. Attualmente frequenta la facoltà di Lettere moderne all'Università Federico II di Napoli. Giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei giornalisti della Campania. Si occupa di sport, tv e gossip.

10 classiche bugie all’inizio di una relazione

viaggio in Croazia settembre-ottobre

Vacanze in Croazia a settembre-ottobre: dove andare e cosa fare per innamorarsene in autunno