in

Eurovision Song Contest 2013: vincitore è Emmelie De Forest

Si sono da poco spenti i riflettori sul palco di Malmo (Svezia) per questa 58ma edizione dell’Eurovision Song Contest 2013 e già si tirano le somme sui vincitori e sui vinti.

Mengoni-Eurovision Song Contest 2013

Solo settima la posizione nella classifica finale per la canzone “L’essenziale” di Marco Mengoni. La sua una prestazione sicuramente soddisfacente anche se l’artista è apparso visibilmente emozionato e tutto concentrato su una interpretazione esclusivamente vocale, rinunciando al supporto coreografico di effetti scenici e ballerini. A cominciare dal vestito, un elegante ma sobrio completo blu.

Grande vincitrice, invece, la Danimarca, con la quotatissima (dai bookmakers di mezza Europa) Emmelie De Forest e la sua canzone “Only Teardrops” che ha totalizzato ben 281 punti. Diverse le giurie nazionali che l’hanno votata con i 12 punti, il massimo consentito, tra cui quella italiana composta, tra gli altri, da Paolo Giordano e Luca Dondoni.

Secondo posto per il cantante dell’Azerbaijan, Farid Mammadov ed il suo brano “Hold me” che ha totalizzato 234 punti. Al terzo posto, invece, Zlata Ohnevic  (Ucraina) e la canzone “Gravity” con 214 punti. Quarto posto con 191 punti per la Norvegia e la canzone “I Feel You My Love” di Margaret Berger. L’ultima classificata è stata l’Irlanda.

Farid Mammadov-Eurovision 2013

A votare il neo vincitore di Sanremo, sono state soprattutto le giurie della Svizzera, Spagna e Albania (ben 12 punti ciascuna) e la Francia, l’Austria e la Macedonia (10 punti a testa), Cipro, Malta e Croazia (8). Più bassi i voti di Grecia e Montenegro (6), come quelli di San Marino e Serbia (4). No comment su punteggio minimo (1 punto) concesso da Romania e Armenia.

Ai voti dei rappresentanti dei 39 paesi concorrenti andavano sommati quelli della Giuria nazionale e quelli ottenuti con il meccanismo del televoto aperto al pubblico (ovviamente sempre dei paesi in gara).

Non mancano i colpi di scena e le provocazioni, come quella della cantante finlandese, Krista Siegfrieds che ha visto, a fine esibizione, coinvolgere una delle sue coriste in un bacio tutt’altro che innocente, per perorare la causa dei diritti civili delle coppie gay.

Krista Siegfrieds

Prossimo appuntamento, quindi, l’anno venturo in Danimarca (quale diritto acquisito come paese vincitrice di questa edizione). La città più quotata dovrebbe essere la capitale Copenhagen. Speriamo che porti fortuna agli italiani.

Nato lo stesso anno in cui l'uomo sbarcò sulla Luna, l'autore ha intrapreso, all'inizio della propria adolescenza, gli studi scientifici, conseguendone la maturità verso la fine degli anni '80. Da oltre 20 anni ha incominciato a lavorare nel campo dell'ICT, senza trascurare il proprio impegno in diverse attività sociali (in Croce Rossa, presso la Mensa don Tonino Bello e come educatore in Azione Cattolica).

Violetta al cinema, un successo incredibile

maria e marco

Stasera in diretta Tv: Un medico in famiglia, Report e Le Iene Show