in

Expo 2015, il silenzio di Maroni su Formigoni commissario generale

Roberto Maroni si insedia oggi alla guida della Regione Lombardia ma tace sul ruolo di Roberto Formigoni. L’ex governatore lombardo resta infatti alla guida di Expo 2015 in qualità di commissario generale: la nomina, si sa, è di competenza del Governo, che attualmente è quello dimissionario di Mario Monti, ma che la parola del nuovo presidente lombardo sia pesante è fuori discussione.

Formigoni Expo

Tutto dipende, insomma, dall’eventuale formazione di un nuovo Governo: se dovesse nascere un esecutivo guidato da Pier Luigi Bersani con un patto di desistenza con la Lega, allora potrebbe farsi più concreta la possibilità che sia proprio Roberto Maroni a sostituire Formigoni nel ruolo di commissario. E sarebbe anche la soluzione più logica e naturale, fuori da ogni scenario “personalistico”, che a guidare la cruciale fase di avvicinamento all’evento sia in prima persona il Presidente della Regione Lombardia.

Se Maroni tace sull’argomento Formigoni invece, dopo l’elezione a Senatore, ha fatto sapere che non ha alcuna intenzione di lasciare la carica di commissario generale. Formigoni ha ribadito che la nomina e’ “alla persona” ed è decisa dal Governo. “Sono stato nominato dal presidente del Consiglio – ha detto – eventualmente ne parlerò con il prossimo, ma il fatto di passare da presidente della Regione Lombardia a Senatore mi darà spazio e tempo in più per lavorare ancora più intensamente ad un ruolo che sta entrando nel vivo della sua attivita”.

Che la partita sia chiusa definitivamente è comunque ancora tutto da vedere.

Seguici sul nostro canale Telegram

Produzione Industriale in Calo

Produzione industriale in crescita a gennaio, +0,8%

Gareth Bale

Calciomercato: Il Tottenham fissa a 80 milioni di euro il prezzo di Gareth Bale