in ,

F1: l’incidente di Kobayashi distrugge la Ferrari F60 a Mosca (Video)

A Mosca, un’esibizione disastrosa ha avuto per protagonista Kobayashi.  Il pilota automobilistico giapponese, nel corso di un evento speciale nella capitale russa davanti alla piazza del Cremlino, è stato chiamato dalla Ferrari per esibirsi ma il piano non è andato come previsto. Kamui Kobayashi, mentre mostrava le sue prodezze al volante del bolide rosso, sul rettilineo ricavato nelle strade cittadine, ha perso il controllo della sua monoposto e l’ha sfasciata contro le barriere. Ferrari Kamui Kobayashi

La macchina che guidava Kobayashi era la monoposto del 2009,  una vecchia Ferrari F60 e che appartiene alla squadra Clienti. Il giapponese può essere, in parte, scagionato perchè le strade cittadine dove è stato ricavato il percorso erano piene d’acqua per lo scarso drenaggio dell’asfalto a causa di un fortunale che si è abbattuto sulla città.  Nessuno degli altri piloti di F1 che si sono esibiti con lui, tra i quali Button su McLaren e Valsecchi su Lotus, hanno avuto incidenti di questo genere.

Questo exploit negativo del nipponico non ha giocato a suo favore. Infatti, era  la prima volta che il Cavallino Rampante gli affidava la monoposto di F1 per un’esibizione. Lo stesso Kobayashi ha motivato il suo incidente affermando che ha perso il controllo della sua vettura su un dosso e ha fatto “aquaplaning”, sterzando di colpo verso destra e sfracellandosi di conseguenza sulle barriere. A dire il vero l’obiettivo di Kobayashi è sempre stato quello di tornare in F1 e ha creduto di potersi giocare al massimo questa chance grazie, anche, all’attuale crisi di Felipe Massa e prendere, magari, il suo posto in Ferrari. Non è certo questo il miglior biglietto da visita per entrare nel team di Maranello

 

 

 

Abbronzatura: istruzioni per l’uso, con una corretta alimentazione

Tumore all’utero: bere quattro caffè al giorno aiuta a prevenirlo