in

Fabio Canino a Vieni da me, domanda scomoda di Caterina Balivo: «Stavi con un calciatore?»

Ospite nel salotto di Caterina Balivo, Fabio Canino apre i cassetti della memoria raccontando carriera e vita privata negli studi di Vieni da me. Dagli esordi in cui per mesi mangiò pane con il tonno a pranzo e a cena, all’ultima ‘fatica’ per il libro uscito da poco. «Non volevo chiedere aiuto ai miei mentre ero a Milano – confessa Fabio – e mangiavo solo quello. Quando mi chiamava mia madre mi inventavo dei menù pazzeschi, ma è stato anche un periodo felice della mia vita». Il colpo di fortuna per Fabio Canino arriva grazie a Gaspare e Zuzzurro che, racconta: «Stavo facendo una serata, sono arrivati a parlarmi dopo uno spettacolo e mi hanno fatto una proposta di lavoro per un programma a RaiTre e da lì è iniziato tutto».

Fabio Canino Vieni da me, «Grazie a Ballando ho pagato il mutuo»

Fabio Canino, approdato in Rai, fu notato da Gianni Boncompagni: «Dopo un provino lavorai a Macao» – ricorda il conduttore radiofonico, da sette anni protagonista nella giuria di Ballando con le Stelle. «Grazie a Ballando ho pagato il mutuo. – confessa – Sento il peso di non offendere nessuno. Però, ognuno di noi ha un ruolo. Io, quando giudico, guardo la messa in scena e se il look è adatto al ballo. Carolyn, invece, essendo un tecnico, giudica la tecnica. È normale che se ci fossero cinque tecnici a giudicare, non ci sarebbero dei vip a ballare e non andrebbe in onda il sabato sera». Riguardo la sfera privata, invece, Fabio Canino rivela: «I miei genitori mi fanno molto emozionare, ancora oggi guardo le foto dei miei che non ci sono più e patisco un po’. Si dice che uno da grande dovrebbe essere pronto alla scomparsa di mamma e papà, ma non è vero, accetto questa malinconia legata a tanti episodi».  

Fabio Canino, a Vieni da me la storia con il calciatore: realtà o fantasia?

L’intervista di Caterina Balivo giunge poi all’ultimo lavoro di Fabio Canino, il libro “Le parole che mancano al cuore”, che parla della storia d’amore tra due calciatori di Serie A. È lo stesso Canino a raccontarlo: «Il libro parla di una storia d’amore tra due calciatori di Serie A, le parole che mancano al cuore sono quelle che bisogna dire perché in una storia d’amore è meglio dire qualcosa in più, mentre quelle che non si dicono per orgoglio sono quelle di cui ci si pente». Riferimenti autobiografici? Il dubbio si insinua anche nella Balivo.

Leggi anche —> Pamela Prati matrimonio, Georgette Polizzi: «Ora ho paura», la verità che inchioda la showgirl

I benefici della musica per la salute del corpo e della mente

Belen Rodriguez, su Instagram senza freni: balletto scatenato e sensualità alle stelle