in ,

Fabio Perrone: catturato l’ergastolano in fuga da novembre

Era a Trepuzzi, nel suo paese di origine, armato e pronto a sparare, Fabio Perrone, l’ergastolano salentino 42enne in fuga dal 6 novembre scorso, protagonista di una evasione ‘da film’ dal nosocomio di Lecce.

L’uomo, scortato dagli agenti di polizia penitenziaria che lo stavano conducendo all’ospedale Vito Fazzi di Lecce per un accertamento medico, era riuscito ad impossessarsi di una loro pistola di ordinanza e sparare, ferendo tre persone, per poi darsi la fuga a bordo di un’auto che si trovava nel parcheggio della clinica.

La sua latitanza è finita oggi 9 gennaio all’alba: la Squadra Mobile della questura di Lecce e gli agenti della polizia penitenziaria lo hanno scovato e tratto in arresto. Fabio Perrone si trovava a casa di un amico, 32enne incensurato, anch’egli tradotto in carcere. Perrone era vestito e armato fino ai denti, pronto ad aprire il fuoco contro i militari.

Sembra che l’ergastolano, condannato per avere ucciso nel 2014 un 43enne di etnia rom, durante questi due mesi di latitanza sia stato protetto da numerose persone, alcune insospettabili, che gli avrebbero offerto accoglienza ed appoggio.

italo treno family day sconto

Treno storico Sulmona-Roccaraso febbraio 2016, sulla Transiberiana d’Italia innevata

Dove vedere Lazio Juventus

Roma – Milan: ora diretta tv, streaming gratis Serie A